Debito insoluto con società in liquidazione – Posso sperare che il diritto al rimborso si prescriva?

Nel 2007 ho richiesto un prestito alla finanziaria Plusvalore. Dopo nemmeno un anno ho perso il lavoro e non ho più potuto pagare le rate. Sono stata contattata da diverse società di recupero crediti, ma non ho mai trovato un accordo alla mia portata e con il passare del tempo non ho più ricevuto solleciti.

L’ultima comunicazione risale al 2012 e l’ho ricevuta per posta ordinaria da una società che si chiama Gruppo Delta, di cui Plusvalore fa parte. Mi si “offriva” di pagare tutto il debito in una unica soluzione. La cifra che io avrei dovuto corrispondere si aggirava intorno ai 2900 euro, ma con gli interessi era lievitata sopra i 4000 euro. Ad oggi sono passati 10 anni dalla sottoscrizione del finanziamento e circa 5 anni dall’ultimo contatto avuto con la finanziaria.

Mi sono recentemente informata sullo stato della Plusvalore e sul loro sito risulta scritto “Società in liquidazione”. Altre fonti riportano che ora il Gruppo Delta si occupa unicamente di recuperare debiti e che nel 2020 chiuderà i battenti. Ancora ad oggi non dispongo dei soldi necessari per sanare la mia situazione, per cui mi chiedo, vista la situazione in cui si trova questa finanziaria, cosa mi conviene fare? Se questi non mi contattano più il mio debito può finire in prescrizione? Dopo quanto tempo scomparirà il mio nominativo dal CRIF?

La prescrizione del diritto del creditore di ottenere il rimborso del prestito erogato è decennale e decorre dalla data di mancato pagamento della prima delle rate rimaste insolute o, se successiva, dalla data in cui il creditore invia la pretesa di adempimento con raccomandata A/R, anche se notificata per compiuta giacenza.

La segnalazione alla Centrale Rischi di Intermediazione Finanziaria (CRIF) viene cancellata dopo tre anni decorrenti dalla data in cui sarebbe stato completato il piano di rientro oppure, se successiva, dalla data in cui il creditore originario o cessionario (che ha eventualmente acquistato il diritto di credito) reitera alla CRIF la segnalazione dello stato di persistente inadempimento del debitore.

4 Agosto 2017 · Ornella De Bellis

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Ho un debito che mi risulta essere stato ceduto ma non so a chi - Come posso risalire alla società che ha acquistato il mio debito?
Ho un debito non saldato con Intesa, risalente a 5 anni fa, di mille e 500 euro: so che il credito è stato ceduto ma non so a chi. Come posso risalire alla società che ha acquistato il mio debito? Vorrei contattarli per chiuderlo. ...

La ditta per cui lavoro mi ha inviato un sms che mi informa che una società di recupero crediti pretende 4 mila euro dalla mia liquidazione
Circa 8 anni fa ho lasciato scoperto un debito con una banca: non ho mai ricevuto lettere di sollecito, ieri ricevo un sms dalla società per cui lavoro che mi informa che la società xxxx per recupero crediti aggredirà la mia liquidazione per saldare il debito circa 4000 euro: è normale che suddetta società non mi ha mai scritto nee telefonato. come difendermi, ed è regolare tutto ciò? ...

il debito insoluto
Il debito è stato ceduto ad una società di recupero crediti. Ma non può essere diviso fra più soggetti. I suoi creditori sono adesso questi che la chiamano. Per accertarsene dovrà richiedere la lettera di cessione del credito, quel documento cioè che attesta che la società di recupero crediti - a cui appartiene chi la contatta al telefono - è legittimata a riscuotere i soldi che eventualmente gli darà. Altrimenti, se non si accerta di questo, è come se i suoi quattrini li desse al primo che passa in strada. L'ufficio stragiudiziale è quello che in una società di recupero ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Debito insoluto con società in liquidazione – Posso sperare che il diritto al rimborso si prescriva?