Debito equitalia e conto cointestato Svizzera

Io ed il mio compagno abbiamo un conto cointestato in Svizzera: purtroppo lui ha un altissimo debito con Equitalia.

In tal proposito vorrei porre due quesiti:
1) Equitalia, a fronte anche del recente accordo del libero scambio d'informazioni che entrerà in vigore nel 2018, può pignorare il conto? Se si solo il 50% o in toto?
2) In caso di morte del mio compagno, Equitalia aggredirà solo il 50% del conto o tutto?

Non è mai una buona pratica mantenere un conto cointestato con un debitore, in Italia, in ambito comunitario o extra UE.

Gli accordi con la Svizzera, riguardanti lo scambio di informazioni ai fini fiscali, non dovrebbero interferire più d tanto con le procedure di pignoramento di un conto corrente in terra elvetica. Nè il pignoramento del conto corrente potrà essere semplificato dalle nuove disposizioni in tema di recupero crediti emanate dalla Commissione Europea, dal momento che la Svizzera non fa parte della comunità.

Comunque, il creditore sarebbe costretto, nel caso specifico, a rivolgersi ad uno studio legale svizzero per chiedere ai giudici elvetici l'equivalente del decreto ingiuntivo italiano prima di procedere a pignorare il conto corrente. Una procedura lunga e costosa, economicamente giustificata solo da un rilevante importo iscritto a ruolo.

Qualora il pignoramento venisse attuato, verrebbe sicuramente sequestrato il 50% di quanto disponibile. Ma si verificherebbe un danno collaterale ingente anche per il cointestatario non debitore, il quale si troverebbe il conto corrente bloccato per i tempi lunghissimi necessari all'assegnazione delle somme pretese dal creditore.

In caso di decesso del debitore, Equitalia dovrebbe procedere nei confronti degli eredi.

1 aprile 2015 · Ludmilla Karadzic

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

recupero crediti estero

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Pignoramento conto corrente cointestato da parte di equitalia » Una procedura complessa
Pignoramento di un conto cointestato da parte di Equitalia: l'esecuzione, non potendo avvenire sul saldo attivo, viene regolata da norme diverse rispetto alla normale esecuzione esattoriale. Scopriamo quali nel prosieguo dell'articolo. Il pignoramento da parte di Equitalia del conto corrente del debitore avviene, di solito, con forme più celeri e ...
Conto corrente cointestato a firma disgiunta » l'evento morte di uno dei contitolari non porta allo scioglimento del rapporto
In caso di cointestazione del rapporto di conto corrente a firma disgiunta l'evento morte di uno dei contitolari non porta allo scioglimento del rapporto. Il cointestatario superstite può continuare a utilizzare il conto dovendosi riconoscere piena continuità, pure successivamente alla morte di uno dei cointestatari, dell'efficacia del patto di firma ...
Conto corrente cointestato a firma disgiunta e morte di uno dei cointestatari
In caso di morte di uno dei cointestatari di un conto corrente con operatività disgiunta, il diritto dell'altro cointestatario di ottenere dalla banca la liquidazione dell'intero saldo attivo del conto è subordinato alla presentazione da parte degli eredi, ai sensi della normativa fiscale, della denuncia di successione. Questa infatti costituisce ...
Equitalia » No al pignoramento del conto intestato al defunto o ai suoi eredi
Equitalia non può procedere al pignoramento della quota del conto corrente bancario del debitore sottoposto ad esecuzione nel caso in cui la massa ereditaria sia comprensiva di altri beni. In tema di espropriazione dei beni caduti in successione, l'agente delle riscossioni non può pignorare la quota del conto corrente bancario ...
Pignoramento del conto corrente » A partire dal 1° luglio 2017 sarà Agenzia Entrate Riscossioni a procedere al posto di Equitalia
Come già preannunciato in articoli precedenti, in merito al pignoramento del conto corrente da parte del fisco sarà molto più facile dal prossimo 1 luglio 2017: scopriamo perché. A partire dal primo luglio 2017 sarà Agenzia Entrate Riscossioni, in caso di debiti fiscali e cartelle esattoriali non pagate, a disporre ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca