Debito con fornitore per mancato pagamento riba (decreto ingiuntivo) ultima parte

Riassumo brevemente la mia situazione: a Gennaio 2011 non ho pagato una riba di 1500 euro a dei fornitori per gravi problemi finanziari che ancora persistono. Comunque a maggio 2011 con grandi sacrifici ho fatto un bonifico di 500 euro.Poi però non ho più potuto estinguere il debito rimanente di 1000 euro.

Loro mi hanno richiamato un paio di volte intimandomi di saldare la rimanenza.L'ultimo contatto l'ho avuto con un loro avvocato a Novembre 2011 poi da allora + niente.Qualche giorno fà ho avuto la brutta sorpresa di una raccomandata da uno studio di avvocati.. n alto dice – giudice di pace – e sotto- ricorso per ingiunzione di pagamento..a dirla breve mi chiedono di pagare 12OO EURO spese comprese e che ho diritto di fare opposizione entro 40 giorni … che poi il decreto diverrà definitivo.Ora premesso che io non ho un centesimo (nemmeno per fare opposizione che mi dicono sia costosa), né possego case, macchine o altro … vivo in casa con i miei genitori.

Ho solo un negozietto (ma in affitto) in cui le cose vanno malissimo e che penso di chiudere. Un conto corrente che piange miseria.Cosa mi può succedere?? Un ‘amico mi ha detto che provabilmente hanno fatto questa ingiunzione di pagamento per poter chiudere ai fini fiscali il credito come inesigibile…e non sicuro faranno venire l'ufficiale giudiziario…che se x caso mai pignora qualcosa non posso più dichiarare il mio credito come inesigibile,a detto cose sensate.. può essere ?? Come funziona un pignoramento..devono fare fotografie,ci mettomo molto tempo?

Mi terrorizza l'idea che possa venire a frugare in casa dei miei genitori dove io vivo.Molti mi dicono che mi sto agitando troppo...del resto cose di valore assolutamente non ne ho.. quindi pure mi dovessero pignorare qualcosa...chi se la comprerebbe??Avevo pensato di contattare la ditta del fornitore.. per trovare un'accordo.. se si accontentavano di 5-600 euro in 2 volte(+ di cosi non posso).. mi dite di provare ?? Contatto la ditta o l'avvocato ?? Oppure aspetto e come va va... tanto arrestarmi non credo possano !

Credo che chi le sta vicino abbia identificato il suo problema: lei si sta agitando troppo e se lei chiede Può venire l'ufficiale giudiziario a casa? io non posso risponderle di no, perché la prenderei in giro e le mancherei di rispetto in quanto l'evento è nell'ordine delle cose.

Ma è un evento che si risolve nel fastidio o nel disagio di una mezz'ora. Una firma al verbale e al massimo verrà nominato custode giudiziario di un divano ....

Insomma, non è un disonore e non la carcereranno per il suo debituccio. Anche io ricevo spesso le visite dei cari amici ufficiali giudiziari. Ma mi preoccupo di più quando devo ritirare analisi cliniche mie o dei miei familiari.

Stia tranquillo e lasci stare i contatti con il creditore. Ormai ha adito la via giudiziale.

16 luglio 2012 · Rosaria Proietti

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

decreto ingiuntivo
opposizione a decreto ingiuntivo

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Decreto ingiuntivo immediatamente esecutivo anche se c'è opposizione del debitore
Per ridurre i tempi di recupero dei crediti vengono adottati termini più brevi per la facoltà dei debitori di fare opposizione agli atti dell'esecuzione: il giudice deve disporre la provvisoria esecuzione di un decreto ingiuntivo per le somme non contestate, anche in presenza di una opposizione del debitore. Così stabilisce ...
Opposizione al decreto ingiuntivo » Guida per debitori alle prime armi - Dopo il decreto del fare iter più breve
Un decreto ingiuntivo è un ordine emanato da un giudice, diretto nei confronti di un debitore: il decreto impone di adempiere ad una obbligazione precedentemente assunta. Nel contesto di decreti ingiuntivi relativi a situazioni debitorie il caso più attuale è la restituzione forzata di denaro entro un determinato periodo di ...
Per contestare gli oneri condominiali posti a proprio carico, iInutile opporsi al decreto ingiuntivo, bisogna impugnare la delibera assembleare di approvazione e ripartizione della spesa
La delibera dell'assemblea di condominio che approva la spesa e la ripartisce tra i condomini costituisce titolo di credito del condominio e, di per sé, prova l'esistenza di tale credito e legittima non solo la concessione del decreto ingiuntivo, ma anche la condanna del condomino ricorrente a pagare le somme ...
Condominio » Valido il decreto ingiuntivo emesso venti giorni dopo la messa in mora
E' valido il decreto ingiuntivo contro il condomino, per le spese, emesso venti giorni dopo dalla preventiva costituzione in mora. È valido il decreto ingiuntivo contro il condomino, per le spese, emesso venti giorni dopo dalla preventiva costituzione in mora: l'opponente può formulare la domanda di annullamento dell'atto per il ...
Decreto ingiuntivo, opposizione a decreto ingiuntivo e mediazione obbligatoria
Attraverso il meccanismo della mediazione obbligatoria il legislatore si è posto come obiettivo quello di rendere il procedimento giudiziale la extrema ratio: cioè l'ultima possibilità dopo che le altre possibilità sono risultate precluse. Quindi l'onere di esperire il tentativo di mediazione deve allocarsi presso la parte che ha interesse al ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca