Debito completamente rimborsato ma pignoramento continuamente segnalato in Centrale Rischi - Si tratta di una pratica legittima?

Ho onorato il debito di mia madre, ho eseguito la cancellazione del pignoramento ma su alcuni circuiti è ancora inserito il mio nominativo. Successivamente alla richiesta di un finanziamento, la banca, ha effettuato una nuova cancellazione, ma ogni tanto il mio nominativo compare di nuovo. Come posso verificare se ancora sono inserita in questi circuiti e poter effettuare una cancellazione totale e definitiva?

Lei non riporta a quale titolo il suo nominativo è stato segnalato in relazione ad un debito di sua madre (garante, coobligato).

Comunque, mentre il debitore inadempiente viene segnalato dal creditore insoddisfatto solo se quest'ultimo "partecipa" alla Centrale Rischi privata, i gestori delle SIC (Sistemi di Informazioni Creditizie) per "arricchire" le informazioni presenti in archivio ed esibire la completezza delle proprie banche dati ai potenziali clienti (istituti di credito e finanziarie che esercitano attività di erogazione di prestiti), svolgono anche un'intensa attività di raccolta delle informazioni pubbliche giudiziali acquisite dai Tribunali e relative a debitori esecutati (atti di pignoramento e decreti ingiuntivi).

I soggetti che, come lei, pur avendo posto fine al contenzioso, si trovano coinvolti in questo meccanismo infernale, altro non possono fare se non accedere periodicamente alle principali Centrali Rischi private (CRIF, Experian Cerved e CTC) per chiedere la cancellazione del proprio nominativo qualora presente (naturalmente dietro presentazione di opportuna documentazione a supporto), considerando altresì che il diritto all'oblio può essere esercitato solo dopo che siano decorsi tre anni dalla data di regolarizzazione.

La cancellazione del proprio nominativo dagli archivi ufficiali dei cattivi pagatori gestiti dalle società private che abbiamo appena menzionato, non darà, tuttavia, la certezza di poter ottenere nuovamente credito. Infatti, il più delle volte, gli operatori del settore acquisiscono "fotografie" delle info presenti nei SIC, aggiornando archivi elettronici locali (indicati come banche dati occulte dei cattivi pagatori) e formando elenchi che non tengono conto degli eventuali adempimenti successivi del cattivo pagatore, in base al concetto che un debitore che è stato inadempiente una volta presenta un'alta percentuale di rischio nell'affidamento del credito, indipendentemente dalla circostanza che abbia poi assolto ai propri obblighi (specie se costrettovi da un'efficace azione esecutiva del creditore).

1 settembre 2017 · Andrea Ricciardi

Altre discussioni simili nel forum

banche dati occulte dei cattivi pagatori
cattivi pagatori - iscrizione in centrale rischi

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca