Debiti di una società SAS - Può essere aggredito il mio patrimonio personale?

Nel 2015 io ed un mio vecchio amico abbiamo aperto un solarium a Milano ed abbiamo costituito una SAS (Società in accomandita semplice): le quote di partecipazione sono di 60-40% con io in difetto e lui amministratore (accomandatario).

Nella società, per far fronte alle spese iniziali, abbiamo conferito rispettivamente 70.000 euro (lui) e 40.000 euro (io) di capitale iniziale.

Nell'atto costitutivo io compaio come socio accomandante.

Io praticamente non mi sono mai occupato degli affari, serviva solo la mia partecipazione economica.

Ora, le lampade e le attrezzature sono state acquistate in noleggio (simil leasing).

Purtroppo, in zona, ha aperto un grande centro estetico (catena franchising) e gli affari non sono mai decollati.

Non siamo riusciti, dunque, a pagare i fornitori ed abbiamo accumulato debiti per 150.000 euro.

Essendo io proprietario di una piccola barca e di un SUV, oltre alla casa in comunione dei beni con mia moglie, voglio sapere se rischio di perderli per le azioni dei creditori.

La sas, società in accomandita semplice, è caratterizzata dall'esistenza di due categorie di soci che si differenziano a seconda del grado di responsabilità: ovvero, illimitata per i soci accomandatari, mentre limitata alla quota conferita per i soci accomandanti.

Dunque, nel suo caso, essendo un socio accomandante, lei è aggredibile dai creditori esclusivamente per la sua quota conferita nella società (40.000 euro).

Pertanto, i fornitori, per far fronte al debito di 150.000 euro, si rivarranno per prima cosa sul capitale della società (70.000+40.000 = 110.000 euro).

Dopidiché, andranno ad aggredire i beni del suo ex socio, qualunque essi siano, per la quota mancante di 40.000.

Dunque, lei non rischia niente, per quanto riguarda i suoi beni, a meno che, tenendo fede alla sua dichiarazione, non abbia agito per conto della società come amministratore.

Infatti, l'articolo 2320 del codice civile disciplina le attività delle quali è fatto divieto al socio accomandante, individuate nel compimento di atti di amministrazione, trattazione o conclusione di affari in nome della società.

Il socio accomandante assume responsabilità illimitata per le obbligazioni sociali ove contravvenga al divieto di compiere atti di amministrazione, intesi questi ultimi quali atti di gestione, aventi influenza decisiva o almeno rilevante sull'amministrazione della società, (non già di atti di mero ordine o esecutivi) o di trattare o concludere affari in nome della società.

23 ottobre 2017 · Giorgio Valli

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

responsabilità patrimoniale dei soci

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Pignoramento quote di società a responsabilità limitata » Chiarimenti
La quota di partecipazione in una società a responsabilità limitata (Srl) può essere disposta al pignoramento da qualsiasi creditore, oltre che dall'Agente della riscossione come, ad esempio, Equitalia. Possono, pertanto, subire pignoramento, non solo tutti i crediti del socio connessi con la partecipazione societaria, come dividendi, rimborsi di capitale a ...
Quando il socio accomandante di una sas rischia di rispondere illimitatamente dei debiti societari
Com'è noto, nelle società in accomandita semplice diverso è il regime di responsabilità verso i terzi che caratterizza le distinte categorie dei soci: gli accomandatari, ai quali è riservato il potere di amministrare la società, che rispondono illimitatamente e solidalmente per le obbligazioni sociali; gli accomandanti, esclusi dalla amministrazione, che ...
Società di persone - Non espropriabili le quote sociali per debiti personali del socio
Le quote delle società (società in nome collettivo, società in accomandita semplice) di persone non possono, quanto meno in linea di principio, essere espropriate finché dura la società a beneficio dei creditori particolari dei soci. Il principio non é enunciato espressamente in alcuna disposizione di legge, ma si desume con ...
Società di persone e capitali: responsabilità patrimoniale dei soci rispetto alle varie tipologie » Informazioni per debitori e creditori
Analizziamo i vari tipi di società previsti nel nostro ordinamento giuridico, soffermandoci su analogie, differenze e, soprattutto, sulla responsabilità patrimoniale dei soci. Nella normativa vigente italiana è prevista, principalmente, la costituzione di due tipi di società: di persone di capitali Andiamo ad esaminare la questione più nel profondo. ...
Fideiussione personale prestata in favore di una società - Non si estingue se varia il rapporto fra fideiussore e debitrice principale
Il fideiussore non può sottrarsi all'obbligo di garanzia prestata a favore del debitore principale, anche se questi è una società a responsabilità limitata dalla cui compagine sociale egli è successivamente uscito dopo la sottoscrizione del contratto di garanzia e/o anche se la società personale da lui garantita si è successivamente ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca