Appello e risarcimento

Mio padre, operaio, 20 anni fa ebbe un incidente stradale, e, recentemente, ha perso un appello (abbiamo saputo in seguito che l'avvocato non si era presentato...) per il quale è stato condannato a risarcire 600.000 euro.. Al momento non ha nulla intestato per cui, il tribunale, pignora ogni mese una parte del suo stipendio. Naturale, che per un operaio risarcire una cifra del genere è impossibile. Per questo mi chiedo, se un domani, tale debito possa ricadere su me o mio fratello.La seconda questione, riguarda una cessione del quinto che sta attivando (non vi dico a seguito di quanto citato sopra, a come si sia ridotta la qualità di vita dei miei genitori, ma questa è un'altra storia): la società creditrice ha chiesto i dati di un parente, per cui vorrei sapere se tale debito possa ricadere un domani sui figli.

Dopo la morte dei genitori, i figli sono obbligati a pagare i loro eventuali debiti. Per evitare l'obbligo, è necessario rinunciare all'eredità.

Non solo: i figli subentrano come garanti ai genitori defunti, se essi hanno prestato garanzia. Ancora una volta, per ovviare al problema, occorre rinunciare all'eredità.

24 febbraio 2012 · Ludmilla Karadzic

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

cessione del quinto

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Effetti della mora del debitore nel risarcimento del danno
Il debitore del risarcimento del danno è in mora dal giorno in cui il danno si verifica. La mora dell'obbligo di risarcire il danno, com'è noto, non produce interessi legali, in quanto il debito riconducibile al risarcimento del danno ha natura di obbligazione di valore e non di valuta. Come ...
Vacanza rovinata » Non c'è risarcimento se spiaggia è impraticabile
Albergatore non deve risarcire il cliente per il danno da vacanza rovinata se la spiaggia è infestata da alghe » Sentenza Cassazione L'albergatore non deve risarcire il turista per l'insoddisfacente fruibilità della spiaggia infestata da alghe. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione la quale, con la sentenza 13192 del ...
Incendio dell'immobile locato e presunzione di colpa a carico del conduttore
Il conduttore risponde della perdita e del deterioramento della cosa locata anche se derivante da incendio, qualora non provi che il fatto si sia verificato per causa a lui non imputabile; in pratica si configura una presunzione di colpa a carico del conduttore, superabile soltanto con la dimostrazione che la ...
Sinistro stradale: senza cinture di sicurezza niente risarcimento danni? » Non sempre
In un sinistro stradale, è impossibile negare il risarcimento dei danni all'infortunato solo perché non indossava le cinture di sicurezza. In tema di concorso del fatto colposo del danneggiato nella produzione dell'evento dannoso, infatti, a norma dell'articolo 1227, 1 comma, del codice civile, applicabile per l'espresso richiamo di cui all'articolo ...
Portabilità del mutuo – risarcimento al mutuatario per ritardi oltre i 30 giorni
Il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto legge fiscale con il pacchetto di misure anticrisi, che contiene anche provvedimenti riguardanti la portabilità del mutuo o surrogazione del mutuo. Un articolo del decreto legge prevede infatti che, nel caso la banca ritardi la portabilità di un mutuo (cioè il passaggio ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca