IVA non pagata da una società in nome collettivo - Come regolarizzare la mia quota di debito, uscire dalla società e non pensarci più?

Sono socio al 50% in una Snc su cui gravano debiti IVA per circa 150 mila euro: volevo sapere se esisteva una forma (scrittura privata o cose simili) per poter versare la mia parte del debito ed uscire "pulito" dalla società senza la paura che un domani l'agenzia delle entrate possa bussare alla mia porta.

Non abbiamo debiti con i fornitori e con l'INPS fino ad ora e la società ha 2 anni di vita.

Com'è noto, l'ex socio di snc è responsabile per i debiti fiscali maturati prima del suo recesso (neppure l'intervenuta estinzione della compagine sociale fa venir meno la responsabilità del socio per le obbligazioni pregresse).

il rapporto di sussidiarietà che collega la responsabilità patrimoniale dei soci di società di persone rispetto a quella della società, non esclude, poi, la natura solidale della relativa obbligazione. Insomma, in pratica, il patrimonio di uno dei soci obbligati può essere escusso senza che sia preventivamente necessario escutere la società.

Si tratta dei principi giuridici sanciti nella sentenza della Corte di cassazione 24322/14, in chiave interpretativa del codice civile, in base ai quali si può tranquillamente escludere che possa essere realizzata, in qualsiasi modo, una transazione come quella che lei ipotizza.

Se infatti, per assurdo, un socio potesse concludere un contratto con un altro socio in modo tale che quest'ultimo si assumesse il peso dell'intero debito tributario IVA, verrebbe violato il principio della responsabilità patrimoniale sussidiaria fra soci di società in nome collettivo.

In soldoni, se il socio destinato contrattualmente ad essere gravato dell'intero debito tributario risultasse nullatenente al momento dell'eventuale escussione coattiva, l'erario non potrebbe escutere l'altro socio. E, invece, come ci insegna la pubblicità del Maxibon, poter escutere due soci per l'intero debito è sempre meglio che poterne escutere solo uno ...

18 luglio 2017 · Marzia Ciunfrini

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

responsabilità patrimoniale dei soci

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Scioglimento società in nome collettivo - I soci sono illimitatamente responsabili sino alla cancellazione dal registro delle imprese
Lo scioglimento di società in nome collettivo non comporta né l'estinzione della società stessa, la quale continua ad esistere, sia pure sostituendo lo scopo liquidatorio a quello lucrativo, né lo scioglimento del rapporto sociale inerente i singoli soci, i quali restano, pertanto, illimitatamente responsabili sino alla cancellazione della società dal ...
Dichiarazione fiscale infedele e responsabilità penale dei soci amministratori di società in nome collettivo
Va innanzitutto premesso che le norme penali vigenti puniscono, per dichiarazione infedele, chiunque, al fine di evadere le imposte sui redditi o sul valore aggiunto, indica in una delle dichiarazioni annuali relative a dette imposte elementi attivi per un ammontare inferiore a quello effettivo od elementi passivi fittizi, quando, congiuntamente: ...
Locazioni in nero » Le dichiarazioni degli inquilini fornite alla Guardia di Finanza sono un indizio rilevante per l'accertamento del reddito
Locazioni in nero? Nel processo tributario valgono come prova anche le testimonianze dei vicini di casa. Le dichiarazioni di terzi possono essere utilizzate nel processo tributario, non a titolo di fonti di prova in senso proprio, quanto piuttosto a titolo di ausilio all'accertamento. Devono quindi essere tenute presenti da parte ...
Incrocio con i dati comunicati da terzi - I lavoratori autonomi potranno regolarizzare omissioni ed anomalie con il nuovo ravvedimento operoso
Al fine di favorire l'emersione spontanea delle basi imponibili, l'Agenzia delle entrate mette a disposizione di specifici contribuenti soggetti passivi IVA, le informazioni derivanti dal confronto con i dati comunicati dai loro clienti da cui risulterebbe che gli stessi abbiano omesso, in tutto o in parte, di dichiarare i ricavi ...
Requisiti che comportano obbligo di iscrizione alla gestione assicurativa degli esercenti attività commerciali per soci a responsabilità limitata, accomandatari e in nome collettivo
L'obbligo di iscrizione nella gestione assicurativa degli esercenti attività commerciali sussiste per i soggetti che siano in possesso dei seguenti requisiti: siano titolari o gestori in proprio di imprese che, a prescindere dal numero dei dipendenti, siano organizzate e/o dirette prevalentemente con il lavoro proprio e dei componenti la famiglia, ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca