Debiti con Equitalia - Se il mio compagno debitore inadempiente andasse a risiedere nei locali intestati alla società di cui sono socia, che conseguenze potrei subire?

Io sono socia di una società a responsabilità limitata, il mio compagno ha debiti elevati con Equitalia: se lui volesse mettere la residenza in una casa intestata unicamente alla mia società, quali conseguenze potrebbero presentarsi? E' possibile che per recuperare il credito che Equitalia ha verso di lui, possano rivalersi sulla mia società e sul patrimonio della stessa?

Nella situazione prospettata, debitore risiedente presso locali intestati alla srl, la società ed i suoi soci non possono, in alcun modo, essere escussi nel patrimonio e nei redditi sociali, per i debiti al debitore riferibili.

Tuttavia, il concessionario della riscossione dei crediti vantati dalla Pubblica Amministrazione (ieri Equitalia, oggi Agenzia Entrate Riscossione), potrebbe effettuare un pignoramento presso la residenza del debitore e pignorare qualsiasi bene rinvenibile nei locali in cui il debitore risiede.

Infatti, nel nostro ordinamento vige il principio (cosiddetto di presunzione legale di proprietà) in base al quale tutto ciò che si trova presso la residenza del debitore viene considerato essere di proprietà del debitore.

Sarebbe poi compito dell'amministratore della società (o di un socio) ricorrere presso il giudice delle esecuzioni per dimostrare (disponendo della documentazione probante e, comunque, con l'assistenza di un avvocato) che i beni pignorati dall'ufficiale giudiziario non appartengono al debitore sottoposto ad azione esecutiva, chiedendone la liberazione.

17 febbraio 2018 · Annapaola Ferri

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

pignoramento presso residenza debitore e presunzione legale di proprietà – problematiche e possibili precauzioni

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Responsabilità patrimoniale dei soci nelle società di capitali
L'estinzione della società di capitali per effetto della volontaria cancellazione dal registro delle imprese dà luogo ad un fenomeno di tipo successorio nei confronti dei soci, in virtù del quale l'obbligazione della società non si estingue, ma si trasferisce ai soci, che rispondono nei limiti di quanto riscosso in sede ...
Debiti di una società di persone - responsabilità patrimoniale dei soci verso altri soci creditori
Le società di persone non sono dotate di personalità giuridica: questo vuol dire che in esse non si realizza un'autonomia patrimoniale perfetta in virtù della quale si determina la netta separazione del patrimonio della società da quella di ciascuno dei soci. Nella società di persone, in particolare, emerge la responsabilità ...
Scioglimento società in nome collettivo - I soci sono illimitatamente responsabili sino alla cancellazione dal registro delle imprese
Lo scioglimento di società in nome collettivo non comporta né l'estinzione della società stessa, la quale continua ad esistere, sia pure sostituendo lo scopo liquidatorio a quello lucrativo, né lo scioglimento del rapporto sociale inerente i singoli soci, i quali restano, pertanto, illimitatamente responsabili sino alla cancellazione della società dal ...
Beneficio di escussione per socio di società di persone - Il creditore deve prima aggredire il capitale sociale anche se ciò comporterà solo il recupero parziale del credito
E' pur vero che, per giurisprudenza consolidata, la preventiva escussione del patrimonio sociale, affinché il creditore di una società in nome collettivo possa pretendere il pagamento dei singoli soci illimitatamente responsabili, non comporta la necessità per il creditore di sperimentare in ogni caso l'azione esecutiva sul patrimonio della società, tale ...
Fermo amministrativo fuori tempo massimo » Equitalia deve risarcire il debitore
Equitalia è tenuta al risarcimento dei danni per il fermo amministrativo iscritto sull'auto nonostante il credito da recuperare sia ormai prescritto. A deciderlo sono stati i giudici della Ctp di Campobasso i quali, con la sentenza numero 182/1/2013, hanno riconosciuto quello che in gergo tecnico si chiama danno da lite ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca