Crollo ponte Morandi Genova - I mutui delle case inagibili saranno cancellati?

Mio cognato, purtroppo, fa parte di quegli sfortunati che abitavano sotto il ponte Morandi di Genova: la sua casa, come altre, è stata dichiarata inagibile, anche se gli restano 10 anni di mutuo.

So che sono in viste delle sospensioni.

Ma la domanda è: saranno cancellati i mutui a queste povere anime?

Oltre alla disgrazia di dover abbandonare le proprie case, poiché dichiarate inagibili, per gli oltre 600 sfollati che abitavano sotto il ponte Morandi di Genova, crollato parzialmente lo scorso 14 agosto, c'è la beffa di dover continuare a pagare il mutuo, nonostante l'evacuazione forzata.

Ciò poiché il mutuo è, per definizione, la restituzione della cifra che una banca ha già consegnato a un'altra, per cui il debito va saldato.

A meno che non si abbia una qualche forma di copertura assicurativa, l'obbligo di restituzione è indipendente rispetto alla perdurante esistenza del bene che si è acquistato impiegando la somma mutuata.

Anche in questo caso, dunque, il mutuatario rimane obbligato a provvedere al pagamento delle rate di mutuo anche nell'ipotesi di perimento totale del bene immobile.

Molti istituti di credito, però, almeno, si sono attivati per sospendere temporaneamente la riscossione delle rate del mutuo.

Ad esempio, Deutsche Bank, come Unicredit e Carige, hanno annunciato una moratoria di 12 mesi sulle rate dei mutui, per aiutare le persone colpite dalla tragedia del crollo del Ponte Morandi di Genova.

La stessa Abi, l'Associazione bancaria italiana, ha specificato che il congelamento è inteso fino al perdurare dello stato di emergenza.

In realtà, a nostro parere, questi mutui andrebbero completamente cancellati.

Della stessa idea Intesa Sanpaolo, che si dice pronta a cancellare i mutui nella zona rossa colpita dal crollo del ponte Morandi e a supportare con altri interventi le famiglie e le imprese della zona rossa.

Lo comunica lo stesso istituto di credito che ha stanziato un plafond di 4,5 milioni per la remissione unilaterale dei mutui prima casa degli immobili che verranno dichiarati inagibili.

Comunque, il governo potrebbe porre rimedio a questa situazione semplicemente approvando una misura straordinaria che preveda l'annullamento dei mutui per le case degli sfollati.

Speriamo bene.

30 agosto 2018 · Patrizio Oliva

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

mutuo casa

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Fermo amministrativo o sequestro del mezzo da più di due anni » Le autovetture saranno vendute
Pubblicati gli elenchi dei veicoli sottoposti a fermo amministrativo da oltre due anni: se non si pagherà la sanzione le autovetture saranno messe in vendita. Il termine è di 60 giorni. Sono migliaia le autovetture sequestrate o sottoposte a fermo amministrativo e la loro prolungata giacenza costa un patrimonio allo ...
Incentivi ai mutui » Cosa verrà fuori dal pacchetto casa varato dal governo?
Il Pacchetto Casa approvato dal Consiglio ministri prevede, tra le altre misure, anche un intervento della Cassa Depositi e Prestiti per alimentare il mercato dei mutui per la prima casa, favorendo le fasce più deboli. Ma prima che si possano stipulare mutui usufruendo di questo fondo, però, dovrà essere siglato ...
Agevolazioni mutui giovani » Ora requisiti meno restrittivi
Condizioni per l'accesso al Fondo di Garanzia delle giovani coppie che chiedono un mutuo per la prima casa: dal 21 settembre 2013 i requisiti di accesso a tali agevolazioni sono stati modificati così da consentire a più soggetti che vogliano acquistare un'abitazione di avere un finanziamento che, teoricamente, dovrebbe venire ...
Mutui e conti correnti » Gli effetti dopo il recente taglio dei tassi d'interesse
Mutui e conti correnti. Dopo il taglio dei tassi di interesse di qualche settimana fa, di soli 10 centesimi, la domanda sorge spontanea: quali sono i benefici per i consumatori e gli effetti sulle banche e sull'economia reale? La riduzione, di appena un un decimo, dei tassi di interesse rende ...
La banca è obbligata a rinegoziare solo i mutui a tasso variabile per acquisto prima casa
Non esiste un generico diritto alla rinegoziazione del contratto di mutuo: la rinegoziazione del mutuo presuppone, infatti, una nuova definizione consensuale del contenuto del regolamento negoziale. In altri termini, la modifica delle condizioni economiche di un contratto di mutuo, traducendosi in una facoltà concessa ad entrambe le parti e non ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca