Creditore minaccia azioni alla madre del debitore

Una sas è debitrice di euro 5000 (con cambiali protestate) nei confronti di una srl. IL titolare della srl ha telefonato alla madre del socio accomandatario responsabile dicendo che se il figlio non pagava avrebbe iniziato immediatamente l'azione di pignoramento. La madre, per evitare questo, ha consegnato, all'insaputa del figlio, circa gr.200 di oro personale al titolare della srl, che ha rilasciato ricevuta. Il figlio vorrebbe che si restituisse l'oro alla madre e, con la srl se la vedrebbe lui. Può essere possibile?

La madre del debitore non poteva essere contattata dal creditore e non è responsabile dei debiti del figlio a meno che non abbia sottoscritto specifiche garanzie a favore del creditore e a copertura del debito contratto dal figlio.

Se questo non è lo scenario effettivo in cui è maturata la vicenda, l'oro può essere stato consegnato al soggetto (che ha rilasciato regolare ricevuta - sic) solo in seguito ad appropriazione indebita, circonvenzione di incapace, truffa o estorsione con minacce.

Sarà il Pubblico Ministero a decidere il capo di imputazione a fronte di una denuncia presentata all'Autorità Giudiziaria tramite il più vicino posto di Polizia di Stato o stazione dei Carabinieri.

25 agosto 2014 · Annapaola Ferri

Altre discussioni simili nel forum

recupero crediti – abusi e molestie al debitore o ai suoi familiari

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca