Creditore minaccia azioni alla madre del debitore

Una sas è debitrice di euro 5000 (con cambiali protestate) nei confronti di una srl. IL titolare della srl ha telefonato alla madre del socio accomandatario responsabile dicendo che se il figlio non pagava avrebbe iniziato immediatamente l'azione di pignoramento. La madre, per evitare questo, ha consegnato, all'insaputa del figlio, circa gr.200 di oro personale al titolare della srl, che ha rilasciato ricevuta. Il figlio vorrebbe che si restituisse l'oro alla madre e, con la srl se la vedrebbe lui. Può essere possibile?

La madre del debitore non poteva essere contattata dal creditore e non è responsabile dei debiti del figlio a meno che non abbia sottoscritto specifiche garanzie a favore del creditore e a copertura del debito contratto dal figlio.

Se questo non è lo scenario effettivo in cui è maturata la vicenda, l'oro può essere stato consegnato al soggetto (che ha rilasciato regolare ricevuta - sic) solo in seguito ad appropriazione indebita, circonvenzione di incapace, truffa o estorsione con minacce.

Sarà il Pubblico Ministero a decidere il capo di imputazione a fronte di una denuncia presentata all'Autorità Giudiziaria tramite il più vicino posto di Polizia di Stato o stazione dei Carabinieri.

25 agosto 2014 · Annapaola Ferri

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

recupero crediti – abusi e molestie al debitore o ai suoi familiari

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Diritto di abitazione » Alla morte del padre la madre comproprietaria può far cacciare di casa il figlio che non contribuisce alle spese
Diritto di abitazione: morto il padre, la madre comproprietaria può far cacciare di casa la figlia che non contribuisce alle spese. In questi casi scatta, infatti, l'ordine di rilascio dell'immobile: se è intollerabile la convivenza, il diritto del coniuge superstite prevale sul compossesso della figlia che ha già redditi propri. ...
Nulla la notifica del verbale di multa effettuata presso l'abitazione della madre del destinatario
E' nulla la notifica di un verbale di multa, per infrazione al Codice della strada, consegnato alla madre del destinatario, non nella abitazione di quest'ultimo ma nella abitazione della madre. Secondo i giudici della Corte di cassazione (sentenza numero 7830/15) non basta che la persona cui sia stato consegnato l'atto ...
Mantenimento » Figlia vive sola? Madre perde assegno e casa familiare
In tema di separazione, nel caso il figlio affidato andasse a vivere da solo, la madre affidataria perderebbe l'ex casa familiare e il mantenimento della ragazza corrisposto dall'ex coniuge obbligato. Questo importante principio è stato stabilito dalla Corte di Cassazione la quale, con la pronuncia 24510/2013, ha stabilito che: L'avvenuta ...
Mantenimento » Stop per il figlio trentenne universitario dotato di patrimonio personale
Stop al mantenimento per il figlio trentenne universitario dotato di patrimonio personale. Infatti, non sussiste l'obbligo paterno di sostentamento nei riguardi del figlio ultratrentenne universitario dotato di patrimonio personale. Inoltre, il trasferimento in una sede diversa dal luogo di residenza familiare del figlio per studiare toglie alla ex il diritto ...
Non sempre chi convive more uxorio con la madre di persona deceduta per colpa altrui ha diritto al risarcimento del danno non patrimoniale sofferto in conseguenza del decesso
Non sempre la persona che convive more uxorio con la madre di persona deceduta per colpa altrui ha diritto al risarcimento del danno non patrimoniale sofferto in conseguenza del decesso. Infatti, sebbene possa in teoria ammettersi che tra il figlio d'una donna che abbia una relazione more uxorio e il ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca