Credito verso PA e diversi debiti con lo stato – Come ottenere la compensazione?

Argomenti correlati:

L’anno scorso la mia impresa ha vinto un appalto per dei lavori di ristrutturazione presso una sede del Ministero di Roma: premetto che ancora non sono stato liquidato. Nel frattempo, ho accumulato debiti verso lo Stato per diverse migliaia di euro e mi sono state notificate dall’Ader diverse cartelle esattoriali. Devo prima pagare o aspettare che mi liquidino il pagamento? Come devo agire per compensare la prestazione e annullare il debito?

Se un’impresa ha effettuato dei lavori per conto di una Pubblica amministrazione e non ha ancora ricevuto il pagamento per la prestazione effettuata, è possibile utilizzare quel credito commerciale per pagare i debiti oggetto di cartelle esattoriali.

Per procedere è indispensabile che l’amministrazione interessata, cioè quella per cui si siano effettuato i lavori, certifichi il credito.

Per richiedere la certificazione è a disposizione la piattaforma informatica del ministero dell’Economia e delle Finanze.

Presentando la certificazione prodotta agli sportelli dell’Agenzia delle entrate-Riscossione, è possibile ricevere tutta l’assistenza necessaria per effettuare la compensazione.

La compensazione può essere effettuata tra:

  • crediti certificati non prescritti, certi, liquidi ed esigibili verso lo Stato, Regioni e province autonome, enti locali, enti del Servizio sanitario nazionale per aver effettuato somministrazioni, forniture e appalti;
  • debiti tributari (dello Stato, delle Regioni e degli enti locali), previdenziali e assistenziali oggetto di cartelle di pagamento dell’Agenzia delle entrate-Riscossione, di accertamento esecutivo dell’Agenzia delle entrate e di avviso di addebito dell’INPS, notificate entro il 31 dicembre 2015.

L’Agenzia delle entrate-Riscossione verificherà la conformità della certificazione per poi procedere, in caso positivo, alla compensazione con conseguente rilascio dell’attestazione di pagamento.

In fase di compensazione, nel caso in cui il pagamento riguardi solo una parte dei debiti iscritti a ruolo scaduti o in scadenza, sarà necessario indicare gli importi che si intende estinguere.

13 Settembre 2017 · Andrea Ricciardi

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Richiesta di saldo del debito da parte di un curatore fallimentare a mio figlio e compensazione con il credito accertato a mio favore dalla stessa curatela
Per alcuni anni ho lavorato presso una Srl fallita nel 2016 dalla quale avanzo ancora 12 mila euro (in stipendi arretrati riconosciuti dal curatore) nello stesso periodo mio figlio titolare di una ditta individuale aveva acquistato del materiale dove lavoravo. Ora ha chiuso la ditta individuale, il curatore ha inviato richiesta di saldo del debito di circa mille e cento euro. Posso chiedere di compensare questo importo da quello che avanzo io? ...

Pagare i debiti di cartelle esattoriali con la compensazione » Le istruzioni dell'Agenzia delle entrate-riscossione
E' possibile onorare le proprie pendenze verso l'Agenzia delle Entrate-riscossioni, per debiti indicati in cartelle esattoriali, tramite la compensazione: vediamo come. Se si hanno dei crediti verso lo Stato, è possibile decidere di utilizzarli per pagare eventuali cartelle esattoriali a proprio carico. Ciò è possibile in due modalità: Compensazione con crediti d'imposta: pagare le cartelle esattoriali relative a imposte erariali (per esempio Irpef, Ires, IVA ecc.) utilizzando in compensazione i crediti erariali (ad esempio crediti Irpef, Ires, IVA ecc.); Compensazioni con i crediti della Pubblica amministrazione: pagare i tributi indicati nelle cartelle esattoriali utilizzando i crediti commerciali vantati nei confronti ...

Compensazione credito Irpef con cartella esattoriale?
Dal mio 730 senza sostituto emerge un credito Irpef di circa 3000 euro che mi è stato convalidato a metà novembre e che visualizzo nell'area privata del fisconline. Stamattina, quasi per caso, nell'estratto di ruolo online (Agenzia Riscossione) mi è comparso un debito di 1.000 euro per un omesso versamento Irpef di circa due anni fa ma per il quale ad oggi non ho mai ricevuto alcuna notifica a casa, tanto è vero che sul sito il campo relativo alla data di notifica è vuoto. La mia domanda è, cosa succederà adesso? Riceverò una proposta di compensazione e vedrò il ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Credito verso PA e diversi debiti con lo stato – Come ottenere la compensazione?