Costituzione di un Fondo Patrimoniale a protezione dei risparmi

Argomenti correlati:

Desideravo sapere se la costituzione di un fondo patrimoniale dove fare confluire i risparmi della famiglia, basta a proteggere gli stessi da una eventuale aggressione da parte di creditori privati in conseguenza di una procedura legale? (preciso che ad oggi non è stata ancora pronunciata la sentenza, quindi sia ancora nella situazione di prevenzione).

I risparmi spostati, dal vecchio conto corrente, con successiva chiusura dello stesso, al nuovo Conto Corrente collegato al Fondo Patrimoniale, sarebbero al sicuro dall’attacco dei creditori privati, considerando che tale operazione venga attuata 4/5 mesi prima della probabile azione di rivalsa?

Preciso che io non possiedo nulla, le proprietà sono tutte di mia mia moglie, in regime di separazione di beni.

Il fondo patrimoniale, costituito successivamente all’avvio dell’azione legale promossa dai creditori, non è sufficiente a proteggere i beni del debitore, conferiti al fondo, da un’azione di riscossione coattiva del credito eventualmente sancito dalla sentenza.

26 Febbraio 2019 · Chiara Nicolai

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Costituzione del fondo patrimoniale revocabile in caso di fallimento di uno dei coniugi
L'esigenza dei coniugi di contribuire ai bisogni della famiglia non comporta affatto per essi l'obbligo di costituire i propri beni in fondo patrimoniale, che ha essenza e finalità diverse ed ulteriori, consistenti nel vincolare alcuni beni, sottraendoli alla garanzia generica di tutti i creditori. Pertanto, in caso di fallimento di uno dei coniugi, la costituzione del fondo patrimoniale è suscettibile di revocatoria fallimentare dovendosi escludere che tale costituzione possa considerarsi di per sè come atto compiuto in adempimento di un dovere morale nei confronti dei componenti della famiglia. Così hanno deciso i giudici di legittimità nell'ordinanza numero 3568/15. ...

Costituzione di un fondo patrimoniale » La banca può esercitare azione revocatoria verso il fideiussore anche se non è ancora maturato un debito certo
L'istituto di credito può esercitare azione revocatoria ed annullare la costituzione del fondo patrimoniale da parte del fideiussore di società. Inutile la costituzione del fondo patrimoniale da parte del fideiussore: l'istituto di credito può esercitare l'azione revocatoria contro il fondo e aggredire gli immobili che vi sono stati inseriti, poiché la costituzione della garanzia sulla casa, in questo caso, si considera un atto di frode verso i creditori, pur non essendo ancora maturato un debito certo. Questo, in sintesi, l'orientamento espresso dalla Corte di Cassazione con sentenza 21938/14. Da quanto si evince dalla pronuncia in esame, è inutile, dopo aver ...

Fondo patrimoniale - revocatoria per debiti antecedenti alla data di costituzione
La banca può ottenere la revocatoria del fondo patrimoniale del debitore se il credito si è formato in epoca antecedente alla data della sua costituzione Così ha deciso la Corte di Appello di Roma, con sentenza numero 3318 del 12 giugno 2012, sancendo il diritto della banca creditrice a vedere accolta l'istanza di revocatoria e far dichiarare l'inefficacia dell'atto di costituzione del fondo patrimoniale. Come è noto (articolo 2901 del codice civile) il creditore può domandare che siano dichiarati inefficaci nei suoi confronti gli atti di disposizione del patrimonio con i quali il debitore rechi pregiudizio alle sue ragioni, quando ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Costituzione di un Fondo Patrimoniale a protezione dei risparmi