Quali sono i costi e i tempi per ottenere il duplicato di un libretto al portatore smarrito?

Smarrito il libretto bancario al portatore ci sono spese per avere un duplicato e quanto tempo deve passare?

I libretti al portatore attualmente in circolazione, quindi con importo inferiore ai mille euro, devono essere estinti, o convertiti in libretti nominativi entro il 31 Dicembre 2018.

Per richiedere il duplicato del libretto al portatore, bisogna essere almeno in possesso del numero identificativo del titolo di credito e denunciarne lo smarrimento sia all'Autorità Giudiziaria, recandosi ad un posto di polizia o una stazione dei carabinieri, che alla banca.

Presso il tribunale territorialmente competente va poi avviata la procedura cosiddetta di ammortamento, in base alla quale il giudice, effettuati gli accertamenti, emette un decreto con il quale dichiara l'inefficacia dei libretto ed autorizza l'istituto emittente a rilasciare il duplicato al richiedente.

I tempi per il rilascio del duplicato vanno da un minimo di 3 ad un massimo di sei mesi. In tribunale bisognerà presentare istanza di ammortamento, versare un contributo unificato di 98 euro, e circa 20 euro per diritti di segreteria. Almeno altri 30 euro vanno poi corrisposti alla banca per le spese di procedura e di duplicazione del libretto.

13 novembre 2017 · Simone di Saintjust

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Smarrimento o sottrazione del libretto di risparmio - Le procedure per ottenerne il duplicato
La disciplina in materia di ammortamento di titoli rappresentativi di depositi bancari di cui alla legge 948/1951, è applicabile anche ai casi di sottrazione, distruzione o smarrimento dei libretti di risparmio o di deposito al portatore di cui si occupano gli articoli 6, 7 ed 8. In base alla normativa ...
Furto di un libretto di risparmio nominativo - la banca è obbligata ad accertare la rispondenza della firma di chi effettua il prelievo
Quando il libretto di risparmio è nominativo e non al portatore, la banca depositaria è obbligata ad accertare la legittimazione del soggetto che effettua l'operazione di prelievo; non è sufficiente a tal fine la circostanza di aver identificato il soggetto che ha effettuato l'operazione a mezzo della patente di guida, ...
Prescrizione del diritto agli interessi maturati su un libretto di risparmio antico
Il comportamento del depositante che, pur non compiendo ulteriori operazioni di deposito sul libretto di risparmio, non richiede la restituzione, non può essere di per se stesso interpretato come indicativo di un disinteresse a far valere il suo diritto di credito, configurante inerzia (all'esercizio del diritto medesimo) cui si ricollega ...
Limitazioni all'uso del contante e dei titoli al portatore - Tutto come prima per quanto riguarda gli assegni
È vietato il trasferimento di denaro contante o di libretti di deposito bancari o postali al portatore o di titoli al portatore in euro o in valuta estera, effettuato a qualsiasi titolo tra soggetti diversi, quando il valore oggetto di trasferimento è complessivamente pari o superiore a 3.000 euro. Il ...
Il cointestatario superstite a firma disgiunta non può movimentare il libretto di risparmio se gli eredi del de cuius non pagano l'imposta di successione
Com'è noto, con il contratto di deposito, la banca o Poste Italiane acquisiscono la proprietà delle somme depositate e si obbligano a restituirle al cliente alla scadenza del termine convenuto (depositi a scadenza fissa) ovvero a richiesta del depositante (depositi a vista), salva l'esigenza di rispettare un eventuale termine di ...

Briciole di pane

Altre info



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca