Cosa mi succede se non pago più uno dei due mutui delle mie due case?

Sono proprietario di un appartamentino con un mutuo di 400 euro, gravato da due ipoteche: la prima è della banca per il mutuo, mentre la seconda è giudiziale (precetto mantenimento).

Sono divorziato e ho un mantenimento di 500 euro per i figli. Ho uno stipendio di circa 1300 euro con pignoramento del 5° (precetto mantenimento).

A distanza di anni, sono riuscito ad avere un secondo mutuo con una rata di 380 euro per l'acquisto di un nuovo appartamento.

Ora la mia domanda è: non potendo vendere la prima casa gravata da ipoteca giudiziale, e non potendo assolutamente pagare i due mutui, cosa mi succede se non pago più il primo mutuo dell'appartamento con l'ipoteca giudiziale?

Semplicemente la banca le espropria l'immobile vendendolo all'asta. Il suo debito, aumenta se il ricavato della vendita non copre il debito residuo e le spese di riscossione coattiva, , come quasi sempre accade.

L'ex-coniuge trasferisce l'ipoteca giudiziale sul nuovo immobile acquistato. E, presumibilmente anche la banca insoddisfatta iscriverà ipoteca di grado superiore sul nuovo appartamento.

Per sbrogliare la matassa le converrà pagare innanzitutto il credito garantito da ipoteca giudiziale e cercare di vendere il primo immobile a prezzo di mercato, con, se possibile, l'accollo del mutuo all'acquirente.

13 giugno 2012 · Loredana Pavolini

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

mutuo casa
pignoramento stipendio

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Mutuo » Cosa succede dopo il divorzio?
Come noto, sempre più famiglie italiane, per avere la liquidità necessaria ad acquistare la loro prima casa si rivolgono alle banche per riuscire, o almeno provare, ad accendere un mutuo. Quando si cerca l'appartamento naturalmente, il matrimonio è agli inizi e tutto procede per il verso giusto. Per molte coppie, ...
La fideiussione a garanzia supplementare del mutuo
Nel concedere un mutuo la banca deve considerare non solo il valore dell'immobile offerto in garanzia, ma anche la capacità economica del debitore di pagare le rate del mutuo (un elemento di valutazione è costituito dalla dichiarazione dei redditi). Per questa ragione, talvolta, viene richiesta la fideiussione da parte di ...
Iscrizione di ipoteca giudiziale
Ogni sentenza e ogni provvedimento giudiziale cui consegua la condanna al pagamento di una somma o all'adempimento di altra obbligazione ovvero al risarcimento del danno è titolo per iscrivere ipoteca giudiziale sui beni del debitore. Non è necessario che il provvedimento giudiziale sia passato in giudicato. Anche una sentenza appellata ...
Separazione personale » Per la determinazione dell'assegno di mantenimento conta la durata del matrimonio
Nell'ambito di una separazione personale, per la determinazione degli importi da corrispondere nell'assegno di mantenimento incide la durata del matrimonio. La durata breve del matrimonio può incidere sulla determinazione dell'assegno divorzile ben potendo non essere osservati tutti i criteri indicati dall'art. 5, comma 6, l. n. 898/1970 e potendo alcuni ...
Ipoteca inefficace dopo 20 anni? Il pignoramento è valido e il creditore può comunque esproriare l'immobile
Il cessionario della banca mutuataria può pignorare la casa anche dopo l'estinzione dell'ipoteca. L'inefficacia dell'ipoteca per decorso del termine ventennale, infatti, ai sensi dell'articolo 2847 Cc, sopravvenuta nel corso del processo esecutivo iniziato dal creditore ipotecario nei confronti del debitore che sia anche proprietario del bene ipotecato, non comporta la ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca