Coronavirus e voli annullati – Come e quando ottenere i rimborsi dalle compagnie aeree?

A causa del Coronavirus che dilaga sono stati interrotti i collegamenti aerei da e per la Cina con l’italia: io sarei dovuto partire con mia moglie per due settimane alla scoperta del nord del paese asiatico.

Come ed in che modo posso ottenere il rimborso per il volo non goduto?

Una delle contromisure per cercare di contenere il coronavirus è stata l’interruzione dei collegamenti aerei: molti utenti sono quindi rimasti a terra dopo la cancellazione del loro volo.

Cosa possono fare i passeggeri mancati in questo caso?

Se il viaggio è stato disdetto ma non si era stipulata una polizza assicurativa a copertura della cancellazione del volo, si può comunque avere un rimborso.

La decisione di bloccare tutti i voli dall’Italia alla Cina e viceversa di fatto obbliga le compagnie aeree a restituire quanto pagato dagli utenti per i biglietti di viaggio.

Anche in caso di pacchetti vacanza e viaggi che prevedano il transito in Cina, i consumatori che intendano recedere prima della partenza hanno diritto al rimborso.

Questo in virtù delle previsioni del Codice del turismo.

Tale Codice infatti recita che in caso di circostanze inevitabili e straordinarie … il viaggiatore ha diritto di recedere dal contratto, prima dell’inizio del pacchetto, senza corrispondere spese di recesso, ed al rimborso integrale dei pagamenti effettuati per il pacchetto, ma non ha diritto a un indennizzo supplementare.

Dunque, i rimborsi saranno totali, in caso di mancata fruizione del pacchetto vacanza, o parziali qualora gli utenti si accordino con agenzie e tour operator per mete alternative e pacchetti di inferiore valore economico.

Al momento non è possibile stimare l’entità dei rimborsi.

Per ottenere il rimborso, quindi, bisogna in primo luogo contattare la compagnia o l’agenzia di viaggi per chiedere informazioni sul riaccredito di quanto speso per biglietti e pacchetti.

Meglio inviare una raccomandata a/r e richiedere il rimborso entro 15 giorni e poi rivolgersi, nel caso, all’associazione dei consumatori più vicina.

14 febbraio 2020 · Giovanni Napoletano

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

   Seguici su Facebook

Altre discussioni simili nel forum

emergenza coronavirus o virus covid19
tutela consumatore - viaggi e vacanze

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca