Coronavirus e truffe online – Quali sono gli strumenti per difendersi?

Sto ricevendo numerosissime email di spam e di phishing tutte contenenti oggetto o contenuto in merito al nuovo Coronavirus: vorrei sapere come distinguere quelle vere da quelle truffaldine e di conseguenza come difendermi.

Potete aiutarmi?

L’emergenza Covid-19 ha innescato una serie di truffe online su app e piattaforma usate più che mai in quarantena: bisogna sapere, dunque, come riconoscerle per non cascarci e soprattutto con quali strumenti difendersi.

Nel bel mezzo dell’emergenza sanitaria, truffe online, minacce informatiche monitora e attività di hacking sono cresciute.

Tanto da innescare un boom di e-mail di phishing.

Cosa sono?

Si tratta di tutte quelle mail che invitano a cliccare su link contenuti in falsi messaggi di enti benefici e ONG impegnati nella lotta contro il Coronavirus.

Non solo.

Una vera esplosione anche di siti con malware nascosti dietro le sembianze di pagine di accesso a social media, di organizzazioni sanitarie o addirittura di mappe ufficiali del Coronavirus.

Nelle ultime settimane, il team di Google ha identificato ogni giorno 18 milioni di tentativi di malware e phishing relativi al Covid-19, che si vanno ad aggiungere agli oltre 240 milioni di messaggi spam legati al virus.

A fronte di questi numeri, Big G ha identificato una serie di utili strumenti di difesa. Vediamoli insieme.

Se ricevete una email, un messaggio o una telefonata relativa all’emergenza Covid-19 da una fonte sconosciuta, fermatevi un momento prima di cliccare su qualsiasi link o di fare qualsiasi cosa. Fate attenzione a eventuali richieste di informazioni personali, come l’indirizzo di casa o i dettagli bancari.

Spesso i falsi link imitano i siti web ufficiali aggiungendo parole o lettere in più al loro indirizzo.

Importante anche controllare la validità dell’URL passandoci sopra con il mouse (su desktop) oppure tenendo premuto (sul cellulare). Potete sapere di più sul link dedicato.

Anche quando si lavora da casa, è importante mantenere separate le email di lavoro e quelle personali. Gli account aziendali sono dotati di funzionalità di sicurezza aggiuntive che mantengono private le informazioni riservate di una azienda.

Se avete dei dubbi sulle garanzie di sicurezza online della vostra azienda, contattate i tecnici IT per assicurarvi che siano abilitate le giuste funzionalità di sicurezza, come l’autenticazione a due fattori.

Ci sono alcune accortezze che potete usare su qualsiasi app per videochat al fine di rendere più sicure le vostre chiamate ed evitare le tante truffe online che viaggiano su questi canale. Due buone norme innazitutto.

La prima: prendete in considerazione l’aggiunta di un ulteriore livello di verifica per garantire che solo i partecipanti invitati possano accedere al meeting.

La seconda: se ricevete un invito da un mittente sconosciuto a una riunione che richieda l’installazione di una nuova app per videoconferenze, assicuratevi sempre di verificare la legittimità dell’invito prima di procedere all’installazione.

Quando si lavora da casa, il computer di lavoro potrebbe non aggiornarsi automaticamente come farebbe se foste in ufficio e connessi alla rete aziendale.

È importante procedere immediatamente appena ricevete una richiesta di aggiornamento di sicurezza. Questi aggiornamenti risolvono le vulnerabilità note di sicurezza, che le truffe online cercano attivamente di individuare e sfruttare.

Con tutte le nuove app e i servizi che potreste utilizzare per lavoro, per studio o per piacere, può essere allettante utilizzare una sola password per tutti.

In effetti, il 66% degli utenti ammette di usare la stessa password su più account. Per mantenere al sicuro le vostre informazioni personali, utilizzate sempre password uniche e difficili da indovinare. Un gestore di password, come quello integrato in Android, Chrome e il vostro Account Google, può facilitarvi il compito.

Se utilizzate un account Google, potete controllare eventuali problema di sicurezza recenti e ricevere consigli personalizzati su come proteggere al meglio i vostri dati e dispositivi grazie al Controllo Sicurezza.

All’interno di questo strumento, potete anche eseguire un Password Checkup per sapere se una delle vostre password salvate per siti o account di terzi sia stata compromessa e quindi modificarle, se necessario. Dovreste anche considerare di aggiungere la verifica in due passaggi (nota anche come autenticazione a due fattori), che probabilmente avete già messo in atto per l’online banking.

Con la chiusura delle scuole in tutto il mondo, i bambini passano molto tempo online. Aiutate i vostri figli a capire come identificare gli scam grazie al materiale educativo disponibile su Vivi Internet al Meglio.

Potete anche utilizzare Family Link per creare account adatti alla loro età, controllare quali app scaricano e tenere d’occhio come passano il loro tempo sui dispositivi.

28 Aprile 2020 · Giovanni Napoletano

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?