Coronavirus: mascherine vendute a prezzi esorbitanti? – Indaga la Guardia di Finanza

Volevo comprare su internet, dato che in Farmacia erano terminate, delle mascherine per me e la mia famiglia, al fine di prevenire il contagio da Coronavirus: ho notato però, che i prezzi erano esorbitanti ed ho rinunciato.

E’ possibile che nessuno vigili su queste speculazioni?

il Nucleo di polizia economico-finanziaria della Guardia di Finanza di Milano ha acquisito documenti e dati nelle sedi di Amazon e eBay nell’ambito dell’inchiesta dei procuratori aggiunti Tiziana Siciliano e Eugenio Fusco sulle manovre speculative» nelle vendite a prezzi folli di mascherine, gel disinfettanti e altri prodotti sanitari in questi giorni di emergenza Coronavirus.

Il fascicolo, che ipotizza speculazioni sui prezzi di generi di prima necessità, è a carico di ignoti.

Il fascicolo era stato aperto d’iniziativa dalla procura basandosi su articoli di stampa che riportavano prezzi esorbitanti fino a 100 euro per prodotti come «Amuchina» e simili e per mascherine «ad alto potere filtrante per il rischio biologico», indicate per situazioni di rischio.

Quello che si dovrà accertare è quanto i grandi siti di e-commerce traggano come profitto, soprattutto nel momento in cui sono venditori terzi a piazzare i loro beni sulle piattaforme e a decidere il prezzo.

Cifre che sono schizzate sul web nel momento in cui questi beni, diventati «di prima necessità» nei giorni dell’emergenza, erano diventati introvabili nei negozi fisici.

Anche su questi comunque ci sarà un’attività di indagine, di cui la procura ha incaricato l’Annonaria della polizia locale.

28 Febbraio 2020 · Giovanni Napoletano

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?