Coronavirus e fase due – Cosa si rischia se si viola il divieto di assembramento?


Partita la fase due dell’emergenza Coronavirus, nella mia città le persone sono tornate massicciamente a ripopolare le strade, anche senza rispettare integralmente i divieti di assembramento, con sfacciatagine.

Io ho paura che, di questo passo si ritorni ad una chiusura totale.

Vorrei sapere, dunque, esistono sanzioni per chi non rispetta le regole e forma assembramenti?

La Fase 2 dell’emergenza Coronavirus, come ha precisato il Presidente del Consiglio Conte in più occasioni, non deve tradursi in un via libera, quindi anche se vengono concesse delle libertà in più, resta il divieto di assembramento.

Significa che se le Forze dell’ordine scoprono un gruppo di persone – anche piccolo – che non rispettano la distanza di sicurezza di almeno un metro, sia all’aperto (ad esempio al parco a fare sport) che all’interno degli esercizi commerciali, possono comminare le sanzioni.

Nel dettaglio, un numero maggiore di due persone è considerato assembramento il che prevede una multa da 400 a 5000 euro.

Stessa multa se le due persone non mantengono la distanza di sicurezza di almeno un metro,il cosiddetto dropplet.

21 Maggio 2020 · Giuseppe Pennuto



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Coronavirus e fase due – Cosa si rischia se si viola il divieto di assembramento?