Coronavirus: contributo rider Regione Lazio – Cosa è previsto e quanto spetta


Lavoro come rider, o nel linguaggio comune portantino, per una nota piattaforma digitale, a Roma: ho sentito dire che è previsto un bonus per l’acquisto di dispositivi di sicurezza in merito all’emergenza Coronavirus (mascherine, guanti, ecc).

In poche parole, vorrei sapere se è vero, cosa è previsto e quanto spetta.

La Regione Lazio, ha messo a disposizione per i rider un fondo di 1,6 milioni di euro per assicurare l’acquisto di dispositivi di protezione per cercare di abbattere il rischio da contagio dal Coronavirus.

Le domande potranno essere presentate il 6 maggio 2020.

Il contributo una tantum di 200 euro ai “lavoratori digitali”, i cosiddetti rider, è destinato a coloro che hanno contratto di lavoro regolare, anche con partita IVA, da cui si evinca lo svolgimento nel territorio regionale di un’attività qualificabile come lavoro digitale ai sensi della L.R. n 4/2019,attivo alla data del 23 febbraio 2020.

Chi presenta la domanda per il bonus rider deve dimostrare, anche in fase successiva all’erogazione del contributo una tantum e mediante appositi giustificativi di spesa, su richiesta dell’Amministrazione regionale in sede di realizzazione dei controlli, l’acquisto di dispositivi di protezione individuale, il cui costo sia stato sostenuto nel periodo che intercorre tra il 1° febbraio 2020 e il 31 agosto 2020 e per l’intero importo del contributo erogato.

I documenti necessari da caricare a sistema sono: la domanda di partecipazione scaricata dal sistema e firmata; un documento di identità e una copia del contratto di lavoro in vigore/incarico con partita IVA.“

4 Maggio 2020 · Andrea Ricciardi



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?