Coronavirus e fase due – In arrivo dal Governo un bonus movimento per incentivare l’acquisto di biciclette e monopattini?

Si parla molto di un incentivo da parte del Governo per l’acquisto di biciclette e monopattini, in merito all’emergenza Coronavirus e per scoraggiare l’utilizzo dei mezzi pubblici nella fase due.

Di cosa si tratta?

Tra i nodi più controversi della Fase due, partita lunedì 4 Maggio 2020, c’è sicuramente quello della mobilità e degli spostamenti: e se per ora la prudente “ripartenza” è avvenuta ordinatamente nelle maggiori città italiane, la necessità di garantire il distanziamento sociale sui mezzi pubblici senza sovraccaricare il traffico cittadino è tra le priorità per far sì che il nuovo periodo di riaperture proceda senza troppi intralci.

Secondo quanto riferito dal Ministro delle Infrastrutture, il Governo si aspettava circa tre milioni di persone in movimento a partire dal 4 maggio sull’intero territorio nazionale, molte delle quali, utilizzeranno mezzi pubblici”.

Occorre quindi che sia le aziende dei trasporti che l’utenza si attengano all’osservanza di misure necessarie a garantire un regolare svolgimento di questa seconda fase, al fine di ulteriormente contenere il diffondersi del contagio”, aveva spiegato.

Proprio per questo, l’Esecutivo sta valutando misure di sistema per ridurre i picchi di traffico da un lato, e il possibile sovraffollamento del trasporto pubblico dall’altro.

Tra queste misure, si parla di un “bonus mobilità alternativa”, già ribattezzato “bonus bicicletta”, che dovrebbe essere destinato ai cittadini residenti nelle aree delle città metropolitane e nei centri con più di 60 mila abitanti.

Si tratta di un bonus di 200 euro (ma che potrebbe arrivare fino a 500) per incoraggiare l’acquisto di biciclette tradizionali e biciclette con pedalata assistita.

In alternativa, il ticket potrà essere usato anche per l’acquisto di altri veicoli elettrici per la mobilità personale, come monopattini elettrici, segway, hoverboard.

Un’altra opzione sarà quella di utilizzare il “bonus bicicletta” per i servizi di car sharing o scooter sharing.

Sulle modalità di distribuzione ci sono ancora dei dubbi, ma una ipotesi è che il bonus possa essere erogato sotto forma di rimborso, quindi dopo l’acquisto.

7 Maggio 2020 · Giuseppe Pennuto

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?