Il coobbligato ha pagato la cartella prescritta e adesso vuole rivalersi su di me – Può farlo?

Nell’aprile del 2011 sono stato multato dalla stradale mentre usavo l’auto aziendale per lavoro, con coobligata in solido l’azienda per cui lavoravo. Non ho pagato il bollettino e così dopo 60 gg la multa è raddoppiata. Nel novembre del 2016 mi giunge la cartella, io so di non doverla pagare perchè erano decorsi i 5 anni ma la mia ex azienda coobbligata paga senza interpellarmi e adesso vuole rivalersi su di me.

Quando si riceve una cartella esattoriale che si ritiene prescritta (rectius decaduta), prima dello scadere dei 60 giorni utili per il pagamento bisogna eccepire l’intervenuta prescrizione al creditore o al Concessionario della riscossione. In caso di omesso riscontro o di riscontro in cui la controparte contesta e rigetta la prescrizione eccepita dal debitore, allora è necessario presentare un ricorso giudiziale.

Nel caso specifico, il debitore/trasgressore avrebbe dovuto procedere con opposizione all’esecuzione ex articolo 615 del codice di procedura civile, innanzi al giudice di pace e con il supporto (necessario) di un avvocato, adducendo l’intervenuta prescrizione come fatto estintivo sopravvenuto alla formazione del titolo esecutivo (la cartella esattoriale): in pratica, dalla notifica del verbale di multa alla notifica della cartella esattoriale, originata dal mancato pagamento della multa, non possono passare più di cinque anni.

Detto questo, è chiaro che al momento in cui l’obbligazione è stata soddisfatta dal coobbligato, l’onere in capo all’effettivo trasgressore non era affatto decaduto.

Naturalmente, il ragionamento esula dalle previsioni del contratto di lavoro in essere (che non è dato conoscere) e quindi, dalla eventuale illegittimità di una rivalsa per la sanzione amministrativa comminata al dipendente alla guida di un veicolo aziendale.

27 Gennaio 2017 · Giuseppe Pennuto

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Cartella esattoriale per multa codice della strada
Volevo chiedervi se vi sono possibilità per fare ricorso alla cartella esattoriale arrivatami: multa del 22/03/2004 notifica (da controllare) del 11/02/2009 e ora il sollecito di pagamento trovato nella cassetta delle lettere datata 01/07/2014. Come dicevo devo appurare se la notifica del 2009 è legittima per far ricorso al giudice di pace (l'importo della cartella esattoriale è di euro 124) ma da quello che ho letto sul forum vi è una legge del 2008 che prevede la richiesta dell'agente riscossore nei termini di 2 anni. Vale anche per il mio caso? ...

Opposizione a cartella di pagamento per la riscossione di una sanzione amministrativa per violazione del codice della strada ormai prescritta
Ho ricevuto notifica di una cartella di pagamento riferita ad un verbale di multa notificato più di cinque anni. E' normale che mi si richieda il pagamento coattivo di una sanzione amministrativa riferita ad una violazione del codice della strada risalente a più di un quinquennio? Come posso difendermi? ...

Cartella Agenzia delle Entrate relativa ad una multa
Stamattina collegandomi al sito Agenzia delle Entrate - Riscossione ho scoperto con mio stupore di avere una cartella di 3300 euro relativa ad una multa del 21/04/2013. Questa cartella è presente anche sul codice fiscale di mia madre (la multa è stata notificata a me in quanto conducente, mentre mia madre è intestataria del veicolo). Da premettere che in questi anni non abbiamo mai ricevuto un sollecito di pagamento per la multa, a questo punto chiedo quando mi verrà notificata questa cartella, per la prescrizione, deve avere una data successiva al 21/04/2018? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Il coobbligato ha pagato la cartella prescritta e adesso vuole rivalersi su di me – Può farlo?