Convivenza anagrafica e nucleo familiare

Per la casa di Giugliano il comune di Giugliano per fare la residenza lì per mia moglie per usufruire dei benefici per la prima casa, ha chiesto all'inquilino con regolare contratto di locazione col precedente proprietario e trasferito a mia moglie dopo l'acquisto, di andare al comune per accettare mia moglie nella residenza in casa.

L'inquilino sostiene però che ciò gli farebbe perdere i benefici che ha per la scuola del figlio (sul modello ISE uscirebbe anche il reddito di mia moglie), aumento canoni dei servizi luce-gas, perché il suo reddito farebbe cumulo con quello di mia moglie che è dovuto esclusivamente al pigione che percepisce dalla stessa casa di Giugliano pari a €4.440,00 annui, e quindi non vuole avallare la cosa.

L'agenzia in fase di acquisto della casa mi confermò che per legge era possibile fare la residenza di mia moglie insieme al proprio inquilino senza problemi fiscali per entrambi perché non hanno legami di parentela e mia moglie farebbe nucleo a sé stante sebbene residente col proprio inquilino nello stesso appartamento di sua proprietà, e che inoltre eventuali problemi dell'inquilino con equitalia per sue pendenze con terzi non pagate non si ripercuoterebbero su mia moglie o sulla casa di proprietà, ma possono agire solo sugli arredi e sulle proprietà dell'inquilino presenti in casa.

Vi segnalo che il contratto di locazione scade al 31/12/2012 in quanto già è la seconda conferma (4+4) data dal precedente proprietario, e se è vero che la residenza mia moglie la può fare entro 18 mesi dall'acquisto (avvenuto al 29/12/2011), potrei aspettare la scadenza del contratto e non rinnovarlo all'inquilino, e nel frattempo fare la residenza, dopodiché lo rinnovo potrebbe essere una soluzione?

L'agenzia ha esposto la soluzione in termini ineccepibili, a cui nulla si può aggiungere.

16 giugno 2012 · Annapaola Ferri

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

convivenza anagrafica
isee nucleo familiare
nucleo familiare ISEE/ISEEU e famiglia anagrafica

Approfondimenti e integrazioni dal blog

La dichiarazione anagrafica di convivenza di fatto e la registrazione del contratto patrimoniale di convivenza
La legge 76/2016 (Regolamentazione delle unioni civili tra persone dello stesso sesso e disciplina delle convivenze) entrata in vigore il 5 giugno, definisce conviventi di fatto due persone maggiorenni unite stabilmente da legami affettivi di coppia e di reciproca assistenza morale e materiale, non vincolate da rapporti di parentela, affinità ...
Canone Rai » A chi è dovuto l'onere in caso di contratto di locazione?
Si è stipulato un contratto di locazione come affittuario e l'apparecchio televisivo appartiene al proprietario dell'appartamento: chi deve pagare il canone rai? Lo spieghiamo nel prosieguo dell'articolo. E' bene notare che dal 2016 l'addebito del canone Rai, vale a dire dell'imposta sul possesso della televisione, finisce direttamente nella bolletta della ...
Polizza rc auto per un veicolo quando vige la comunione legale dei beni » Le informazioni per il consumatore
Nella fattispecie di un matrimonio in comunione dei beni, è'possibile stipulare un contratto di assicurazione a proprio nome anche se il veicolo è di proprietà del coniuge. E' possibile stipulare un contratto di assicurazione per la responsabilità civile (rc auto) a proprio nome anche se il veicolo è intestato ...
Cessazione della convivenza more uxorio - Il genitore affidatario dei figli ha diritto ad abitare la casa familiare
La convivenza more uxorio, quale formazione sociale che dà vita ad un autentico consorzio familiare, determina, sulla casa di abitazione ove si svolge e si attua il programma di vita in comune, un potere di fatto basato su di un interesse proprio del convivente ben diverso da quello derivante da ...
Quando il Comune paga l'affitto dell'inquilino moroso
Se il reddito del proprio nucleo familiare, risultante dalla dichiarazione ISEE, è uguale o inferiore al canone annuo di locazione, così come risulta da un contratto di affitto regolarmente registrato, l'inquilino rimasto indietro con il pagamento delle mensilità al padrone di casa può accedere al Fondo di morosità incolpevole di ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca