Controversie per fatturazione bollette acqua – Conciliazione è obbligatoria?

Ho inviato una raccomandata a/r al mio gestore idrico per delle contestazioni in merito ad alcune bollette, esorbitanti, del consumo idrico della mia abitazione.

Siccome la compagnia non mi ha ancora risposto, non so come procedere.

E’ obbligatoria la conciliazione o posso procedere per altre vie?

Per quanto riguarda le controversie in merito alla fatturazione idrica, la comune bolletta dell’acqua, la conciliazione presso l’Arera è facoltativa, diversamente per quanto accade per i settori dell’energia elettrica e gas, dove la procedura è obbligatoria dal 2017.

Dunque, l’utente che ha inviato un reclamo al proprio gestore/fornitore di acqua, senza risposta o con risposta insoddisfacente, può accedere alla conciliazione per cercare di risolvere “amichevolmente” il problema, affidandosi all’Autorità garante nazionale.

Come in ambito energia elettrica e gas, per tentare la conciliazione in caso di mancata risposta devono essere passati 50 giorni dall’invio del reclamo.

La procedura per le utenze idriche è simile a quella per le utenze gas ed elettricità, tranne per l’importante differenza, già accennata, che non sussiste obbligo: insomma, lo svolgimento della conciliazione non è condizione necessaria per poter intentare una causa davanti al Giudice.

La domanda di conciliazione si presenta telematicamente oppure, per i clienti domestici che non si avvalgono di un delegato, per posta o per fax, fermo lo svolgimento via web.

Una volta ricevuta la domanda, il servizio di conciliazione ne verifica l’ammissibilità e comunica per via telematica entro 7 giorni l’avvio della procedura alle parti coinvolte, comunicando anche la data del primo incontro che deve essere fissato tra il decimo e il trentesimo giorno successivi.

Alla fine viene redatto un verbale che attesta l’esito, con efficacia transattiva (non esecutiva).

La durata media dell’intera procedura è di 45 giorni.

Il servizio è gratuito e iscritto all’elenco degli organismi ADR della Commissione europea.

19 Settembre 2018 · Giovanni Napoletano

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Bollette di luce gas e acqua inviate ai consumatori - Data spedizione sarà obbligatoria?
Mi hanno inviato una bolletta della luce in ritardo, rispetto alle altre volte: conseguentemente ho pagato anche io in ritardo e mi sono stati addebitati degli interessi di mora. Non ho potuto, però dimostrare che il ritardo fosse della compagnia fornitrice perché manca, come sempre, la data di presa in carico dalle poste, o detto più terra terra la data di spedizione. Come fare? ...

Controversie nei settori dell'energia elettrica e gas » E' obbligatoria la conciliazione
Energia elettrica e gas: dal 1 gennaio 2017 la conciliazione è obbligatoria nella risoluzione delle controversie tra aziende e consumatori. Dal primo gennaio 2017, per le controversie nei settori dell'energia elettrica e del gas, il cliente finale e il prosumer (produttori e consumatori di energia elettrica) possono tentare di risolvere il problema con il proprio operatore utilizzando la conciliazione, che diventa una tappa obbligatoria prima di rivolgersi eventualmente al giudice. Il tentativo obbligatorio di conciliazione può essere svolto dinanzi al Servizio Conciliazione dell'Autorità per l'energia elettrica il gas e il sistema idrico (Aeegs) oppure, in alternativa, presso un organismo che ...

Procedura di conciliazione per le controversie relative alla fornitura di energia elettrica e gas - Obbligatoria da gennaio 2017
Dal gennaio 2017, dopo il reclamo all'operatore, il tentativo di conciliazione presso il Servizio dell'Autorità per le controversie dei clienti di energia elettrica e gas nei confronti delle imprese - che saranno obbligate a prendervi parte - diventa il principale luogo di risoluzione delle problematiche tra le parti. In caso di insuccesso del tentativo di conciliazione questo diviene condizione indispensabile per eventualmente rivolgersi al giudice. L'obbligo di attivare la conciliazione sarà operativo progressivamente anche per gli altri settori regolati. Sono le novità contenute nel Testo Integrato Conciliazione (TICO), approvato dall'Autorità per l'energia, con cui si adotta una disciplina organica delle ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Controversie per fatturazione bollette acqua – Conciliazione è obbligatoria?