Cessazione del servizio di fornitura telefonica

A luglio 2010 ho sottoscritto un contratto di fornitura telefonica secondo il quale in caso di cessazione del servizio, avrei dovuto pagare un contributo di disattivazione pari a 59 euro.

Il mese scorso (dicembre 2011) ho deciso di recedere dal contratto inviando apposita raccomandata A/R.

Proprio ieri mi è arrivata l'ultima fattura da pagare contenente appunto il contributo di disattivazione.

La mia domanda è: il decreto Bersani del 2006 (divenuto poi legge) non aveva stabilito che tale contributo non doveva essere pagato anche se specificato nel contratto?

Se è così, come mi consigliate di agire? (io vorrei pagare tutti gli importi dovuti dell'ultima fattura decurtati però del contributo di disattivazione richiamando tramite raccomandata A/R la legge Bersani)

A me risulta che il contributo di disattivazione sia dovuto, e che fra le tante leggi introdotte dall'on. Bersani non vi sia quella che esenta dal pagamento di tale contributo.

17 gennaio 2012 · Tullio Solinas

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Contratto H3G e penale per inadempienze - Come ci si deve comportare?
A ottobre 2012 ho disdetto anticipatamente un contratto H3G con abbonamento top 400 per l'acquisto di un samsung galaxy S3: il contratto prevedeva un finanziamento da me onorato al momento della chiusura e consigliato dall'operatore. Ho effettuato la migrazione di operatore usando la portabilità del mio vecchio numero di telefono. ...
Resta a carico dell'utente l'IVA applicata alle spese di spedizione della bolletta telefonica anche se la società che eroga i servizi di tlc gode di esenzione
In tema di rapporto fra utente e società fornitrice dei servizi di telefonia ed accesso ad internet, il costo sopportato da quest'ultima per la spedizione all'utente della fattura a mezzo del servizio postale essendo finalizzato all'esecuzione della prestazione, fa parte della base imponibile. Infatti, ai fini del rapporto con l'utente ...
Detraibilità IVA ed errori formali
La detraibilità dell'IVA non è esclusa dalla presenza di errori formali nella redazione della fattura. Infatti, “gli articoli 167, 178, lettera a), 220, punto 1, e 226 della direttiva 2006/112 devono essere interpretati nel senso che ostano ad una normativa o prassi nazionale in forza della quale le autorità nazionali ...
Morosità per fornitura gas » Chiarimenti e tutela del consumatore
Obiettivo di quest'articolo è spiegare al consumatore tutte le problematiche legate alla morosità della fornitura del gas, ovvero quando si omette o si ritarda il pagamento di una bolletta legata al consumo, appunto, del gas. Chiariremo, inoltre, come tutelarsi nei caso di sospensione ingiusta dell'utenza e come ottenere indennizzi per ...
Assicurazione e applicazione legge bersani » Veicoli cointestati
Qualora si acquistasse un nuovo veicolo intestato a parenti non conviventi, sarebbe comunque possibile applicare la legge bersani e far valere l'attestato di rischio della persona che invece convive con il nuovo proprietario? La compagnia assicuratrice potrebbe rifiutare, in questa fattispecie, di applicare la Legge bersani? L'esempio potrebbe essere questo: ...

Briciole di pane

Altre info



Cerca