Contratto di noleggio per bene di valore contenuto

Ho stipulato un contratto di noleggio con canone giornaliero per un letto di tipo ospedaliero. Il contratto prevede una quota relativa al noleggio per i primi 20giorni di noleggio ed un importo quale cauzione. Preciso che durante il noleggio non vi è stato alcun intervento da parte della società di noleggio. Dal momento che la durata del noleggio è stata molto più lunga del previsto si sono accumulate quote di canoni la cui somma ammonta ad un importo di circa 4 volte il valore del letto in questione. Vorrei pertanto sapere se detto contratto è da ritenersi valido o la società è tenuta ad accettare l'eventuale vendita del bene.Ringrazio anticipatamente per la risposta che mi vorrete fornire. Cordiali saluti atutti i Marco Martino

La locazione è il contratto col quale una parte si obbliga a far godere all'altra una cosa mobile o immobile per un dato tempo, verso un determinato corrispettivo.

Salvo diverse norme di legge, la locazione non può stipularsi per un tempo eccedente i trenta anni.

Per le cose mobili, quando le parti non hanno determinato la durata della locazione, questa s'intende convenuta per la durata corrispondente all'unità di tempo a cui è commisurato il corrispettivo: nel caso specifico il giorno.

Questo è quanto afferma il codice civile.

Non sono previste tutele particolari per il conduttore che dopo essersi servito del bene in locazione per un dato periodo di tempo e pur conoscendo il costo della locazione, si accorge che il valore del bene è molto inferiore a quello dell'importo totale corrisposto al locatore.

23 maggio 2014 · Ludmilla Karadzic

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Contratto di noleggio e prestito finalizzato d'auto - una beffa ben congegnata
Accade a Napoli. Una società stipula contratti assimilabili al noleggio di veicoli. Poi fallisce, lasciando le controparti senza garanzia assicurativa e con un patto diventato nullo per inesigibilità della prestazione. Le vittime decidono, quindi, di sospendere il pagamento delle rate del prestito finalizzato d'auto, richiesto ed ottenuto dalla banca. Ben ...
Multe » Il taglio dei punti sulla patente non rende indeterminabile il valore della causa in tribunale
Nell'ambito di multe per la violazione del codice della strada, in caso di impugnazione taglio punti, come si determina e a quanto ammonta il contributo unificato in una causa in tribunale? In caso di opposizione ad un verbale di contestazione per violazione delle norme stradali, il cumulo della sanzione pecuniaria ...
Esenzione imposta di registro per cause di valore inferiore a 1033 euro - Non conta il giudice adito
Le cause e le attività conciliative in sede non contenziosa il cui valore non eccede la somma di euro 1.033 e gli atti e i provvedimenti ad esse relativi sono soggetti soltanto al pagamento del contributo unificato, indipendentemente dal grado di giudizio e dall'ufficio giudiziario adito. D'altra parte, la ratio ...
Noleggio auto e problemi di addebiti su carta di credito in funzione di garanzia » Consigli ai consumatori per evitare fregature
Noleggio di un'autovettura presso un'agenzia abilitata: spesso capita, anche dopo svariati mesi dall'affitto della vettura, di vedersi addebitati, sulla carta di credito usata a garanzia, diversi euro per presunti danni al mezzo. Ecco come fare per tutelarsi. Un problema molto frequente segnalato da diversi consumatori attiene alle auto a noleggio ...
Concessionaria auto applica due volte lo sconto » Rettifica del contratto non è valida
Una concessionaria, che si occupa della vendita di autovetture, applica, per sbaglio, due volte lo sconto al prezzo dell'automobile. In questo caso, ormai, il contratto non è rettificabile. L'acquirente non deve pagare un euro di più del prezzo concordato. Questo importante principio è stato stabilito dalla Sesta Sezione Civile della ...

Briciole di pane

Altre info



Cerca