Contratto di noleggio per bene di valore contenuto

Ho stipulato un contratto di noleggio con canone giornaliero per un letto di tipo ospedaliero. Il contratto prevede una quota relativa al noleggio per i primi 20giorni di noleggio ed un importo quale cauzione. Preciso che durante il noleggio non vi è stato alcun intervento da parte della società di noleggio. Dal momento che la durata del noleggio è stata molto più lunga del previsto si sono accumulate quote di canoni la cui somma ammonta ad un importo di circa 4 volte il valore del letto in questione. Vorrei pertanto sapere se detto contratto è da ritenersi valido o la società è tenuta ad accettare l’eventuale vendita del bene.Ringrazio anticipatamente per la risposta che mi vorrete fornire. Cordiali saluti atutti i Marco Martino

La locazione è il contratto col quale una parte si obbliga a far godere all’altra una cosa mobile o immobile per un dato tempo, verso un determinato corrispettivo.

Salvo diverse norme di legge, la locazione non può stipularsi per un tempo eccedente i trenta anni.

Per le cose mobili, quando le parti non hanno determinato la durata della locazione, questa s’intende convenuta per la durata corrispondente all’unità di tempo a cui è commisurato il corrispettivo: nel caso specifico il giorno.

Questo è quanto afferma il codice civile.

Non sono previste tutele particolari per il conduttore che dopo essersi servito del bene in locazione per un dato periodo di tempo e pur conoscendo il costo della locazione, si accorge che il valore del bene è molto inferiore a quello dell’importo totale corrisposto al locatore.

23 Maggio 2014 · Ludmilla Karadzic

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Contratto di noleggio e prestito finalizzato d'auto - una beffa ben congegnata
Accade a Napoli. Una società stipula contratti assimilabili al noleggio di veicoli. Poi fallisce, lasciando le controparti senza garanzia assicurativa e con un patto diventato nullo per inesigibilità della prestazione. Le vittime decidono, quindi, di sospendere il pagamento delle rate del prestito finalizzato d'auto, richiesto ed ottenuto dalla banca. Ben presto, tuttavia, il loro nominativo viene segnalato alle Centrali Rischi dei cattivi pagatori. La domanda è » può il contraente, adire con successo l'autorità giudiziaria per ottenere la declaratoria di estinzione del mutuo di scopo e la cancellazione del proprio nominativo dal registro della centrale rischi dei cattivi pagatori? A ...

Risoluzione giudiziale del contratto preliminare di compravendita per inadempimento del venditore - L'acquirente ha diritto al valore attualizzato del doppio della somma di denaro a suo tempo corrisposta
La risoluzione del contratto preliminare di compravendita per inadempimento ha effetto retroattivo tra le parti, salvo il caso di contratti ad esecuzione continuata o periodica, riguardo ai quali l'effetto della risoluzione non si estende alle prestazioni già eseguite. Secondo giurisprudenza consolidata, la retroattività della pronuncia di risoluzione di un contratto preliminare fa venir meno la causa delle attribuzioni patrimoniali derivanti dal contratto, determinando a favore della parte non colpevole un obbligo, non risarcitorio, ma restitutorio, avente ad oggetto le cose ricevute ed i frutti effettivamente percepiti dalla parte inadempiente, per i quali ultimi si configura un debito di valore se ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Contratto di noleggio per bene di valore contenuto