Coniugi non residenti insieme, la figlia fa cumulo reddito?

Sono in fase di divorzio e successivamente di matrimonio.

Ho tre figli. La maggiore lavora da qualche anno e ha un suo reddito, l altro figlio è maggiorenne ma non lavora, idem l ultima ,sedicenne non va a scuola e non lavora.

Io abito sola con loro tre e il reddito è solo quello che ha mia figlia che però non da in casa io non lavoro.

Il mio futuro marito vive da un altra parte con i suoi tre figli minorenni e studenti. dopo il matrimonio vogliamo mantenere le situazioni come sono ora , lui residente a casa sua con i suoi tre figli, io qui a casa mia che però sono in affitto a me intestato con i miei tre figli.

Il mio quesito è, per la dichiarazione da inserire nell isee per mio marito in quanto beneficia dell assegno del terzo figlio minore- e ha gli assegni familiari in busta paga.

Dovrà inserire anche il reddito di mia figlia nella dichiarazione isee e nella dichiarazione inps della ditta?

Dopo il matrimonio, il suo futuro marito avrà la facoltà di scegliere la residenza coniugale quando compilerà la Dichiarazione Sostitutiva Unica ISEE.

Mantenendo la residenza attuale, egli coopterà nel proprio nucleo familiare la moglie non convivente ed i due figli di lei non percipienti reddito.

Lasciando fuori la figlia che lavora e che andrà a costituire un nucleo familiare autonomo.

20 gennaio 2012 · Paolo Rastelli

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

ISEE

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Mantenimento » Figlia vive sola? Madre perde assegno e casa familiare
In tema di separazione, nel caso il figlio affidato andasse a vivere da solo, la madre affidataria perderebbe l'ex casa familiare e il mantenimento della ragazza corrisposto dall'ex coniuge obbligato. Questo importante principio è stato stabilito dalla Corte di Cassazione la quale, con la pronuncia 24510/2013, ha stabilito che: L'avvenuta ...
Fondo patrimoniale e separazione legale dei coniugi
Condizione necessaria per la costituzione del fondo è, come sappiamo, l'esistenza di un regolare matrimonio fra i soggetti costituenti. La semplice separazione legale non comporta la cessazione degli effetti verso terzi della costituzione del fondo patrimoniale. Solo lo scioglimento del matrimonio (per decesso o annullamento) o la cessazione dello stesso ...
DSU ISEE per minorenne - Nucleo familiare con padre non convivente non coniugato e senza figli riconosciuti con altre donne
Ho letto che per una coppia di fatto come la mia il nucleo famigliare è quello dello stato di famiglia: mamma e bambino, perchè il papà è residente altrove e non siamo sposati. Vorrei sapere se a Torino esiste una delibera specifica per cui va considerato anche il padre per ...
Separazione dei coniugi - revoca dell'assegnazione della casa familiare
In materia di separazione dei coniugi, l'assegnazione della casa familiare non viene meno per il solo fatto della convivenza more uxorio o del nuovo matrimonio del coniuge assegnatario. L'articolo 155 quater, primo comma, del Codice Civile (introdotto dall'articolo 1, comma 2, della legge 8 febbraio 2006, numero 54 - Disposizioni ...
Revoca assegnazione casa familiare e assegno di mantenimento per figli maggiorenni e privi di reddito
La normativa vigente prevede la revoca dell'assegnazione, quando il coniuge cessi di abitare stabilmente nella casa familiare, conviva more uxorio o contragga nuovo matrimonio. La Corte Costituzionale ha interpretato la norma, nel senso che comunque debba essere salvaguardato l'interesse dei figli minori o maggiorenni, ma non economicamente autosufficienti. Nel caso ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca