Con una causa civile in corso posso vendere la casa?

Domanda di brikka
1 luglio 2012 at 22:37

Buonasera sono proprietario di una casa al 50% a nome mio e al 50% a nome di mia moglie in regime di separazione dei beni e con un mutuo solo a mio nome (mia moglie ha acquistato la sua parte di casa con un'eredità della sua famiglia).

Sono il legale rappresentante di una Snc (non con mia moglie) che ha una causa civile in corso che non procede a nostro favore e molto probabilmente sarò costretto a pagare la cifra richiesta (cifra al momento per noi inarrivabile se non vendendo la mia parte di casa).

Vorrei sapere se vendiamo la casa estinguendo il mio mutuo residuo prima della sentenza di primo grado e poi decidiamo di acquistare una casa solo a nome di mia moglie con i soldi derivanti dalla vendita dell'immobile ci possono essere ripercussioni una volta che la sentenza di primo grado viene emessa a nostro sfavore?

C'è il rischio che la nuova casa possa essere presa di mira dal creditore? (possono impugnare la vendita del vecchio immobile e l'acquisto della nuova casa?)

Nel caso di vendita dell'immobile il ricavato viene messo in un conto cointestato in quanto la casa è cointestata e poi da lì conviene metterli sul conto di mia moglie o lasciarli lì?

Quale potrebbe essere la soluzione migliore per salvare la casa che è il bene primario della famiglia?

Risposta di Ornella De Bellis
2 luglio 2012 at 11:34

Chi acquista l'immobile a rischio pignoramento deve essere un terzo, non legato da vincoli di parentela o affinità con chi vende e, soprattutto, deve eleggere l'immobile acquistato a residenza familiare. Questo per non correre il rischio di revoca dell'atto di compravendita.

Per avere ottime probabilità di salvare l'immobile senza venderlo, occorre che il comproprietario non debitore sia titolare un diritto acquisito di abitazione. Il che si ottiene attraverso un contratto di affitto poliennale o, meglio, con la separazione legale e l'affidamento al coniuge non debitore della casa coniugale.

In questo scenario è ovvio che il debitore non deve avere alcuna disponibilità di conti correnti a lui intestati.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del forum iscriviti al feed RSS delle discussioni del forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Equitalia » Inutile vendere casa al marito per sfuggire al debito
Disfarsi in extremis della proprieta` del bene fingendosi incapiente, non e` un rimedio valido che salva da quanto dovuto a Equitalia per non aver pagato la cartella esattoriale notificata. L'agente della riscossione, ai sensi dell'articolo 49, comma 1, del Dpr 602/1973, può mettere in pratica ogni azione cautelare e conservativa ...
Fallimento del costruttore e casa venduta all'asta » Diritto di prelazione esteso al coniuge dell'acquirente
Immobile di famiglia in vendita all'asta: il piano casa supera la limitazione della legge del 2005 stabilendo la prelazione anche del coniuge. Acquisto di un immobile su carta: firma del contratto preliminare e anticipo delle somme al costruttore. Qualora l'alloggio, per il quale quindi non è stato ancora sottoscritto il ...
Agevolazione prima casa » Non si decade dal beneficio se la famiglia cresce ed è necessario acquistare un appartamento più grande
Non si decade dal beneficio dell'agevolazione prima casa se si è costretti ad acquistare un secondo appartamento a causa dell'allargamento della famiglia. Non deve dire addio alle agevolazioni fiscali prima casa il contribuente che possiede un altro immobile abitativo nello stesso Comune che però non è idoneo a soddisfare le ...
Alienazione infraquinquennale dell'immobile acquistato con agevolazioni fiscali prima casa e mancato riacquisto entro un anno - Un esempio di causa di forza maggiore
Come è noto, la decadenza dall'agevolazione prima casa, per non avere stabilito la residenza nel comune ove è ubicato l'immobile entro il termine di 18 mesi dall'acquisto, resta impedita dal sopravvenire di una causa di forza maggiore, da intendersi quale impedimento oggettivo caratterizzato dalla non imputabilità (anche a titolo di ...
L'assegno di mantenimento non può essere rapportato al reddito di locazione dell'immobile, gravato da mutuo ipotecario, di proprietà del coniuge obbligato
L'assegnazione della casa familiare, rispondendo all'esigenza di conservare l'habitat domestico, inteso come il centro degli affetti, degli interessi e delle consuetudini in cui si esprime e si articola la vita familiare, è consentita unicamente con riguardo a quell'immobile che abbia costituito il centro di aggregazione della famiglia durante la convivenza, ...

Spunti di discussione dal forum

Banca può aggredire beni mobiliari dei debitori invece della casa ipotecata?
Ho un mutuo cointestato con mia moglie (separati legalmente e non comunione) per una casa alla quale non sono più interessato e vorrei smettere di pagare mutuo. Vorrei capire, la banca può aggredire altri beni, stipendio, conto corrente, futura pensione, invece di rivalersi sulla casa ipotecata ? Il debito residuo…
Acquisto prima casa dopo sentenza di condanna
Dopo una sentenza di condanna a seguito di risarcimento danno per incidente stradale, ho preferito fare con mia moglie la separazione dei beni. Mi chiedevo acquistando solo mia moglie la prima casa con mutuo intestato sempre a lei (io figurerei solo come garante). Un domani non essendo trascorsi gli effettivi…
Casa intestata solo al marito in regime di separazione dei beni – pignorabilità del bene in presenza di debiti della moglie
Ho debiti con Equitalia e banche, sono sposata in regime separazione di beni, ma abbiamo acquistato casa con mutuo, il mutuo è intestato ad entrambi ma la casa solo a mio marito. La casa può essere pignorata? E' anche prima casa.
Se solo mia moglie vi trasferisce la residenza decadono comunque le agevolazioni fiscali cosiddette prima casa?
Io e mia moglie, in comunione dei beni, vorremmo acquistare la prima casa fruendo delle agevolazioni fiscali previste dalla legge. Io, per una serie di motivazioni, non potrò trasferire la residenza nell'immobile acquistato. Per non andare incontro ad un contenzioso e ad una eventuale revoca delle agevolazioni, vorrei sapere se…
Mutuo cointestato ex moglie e casa cointestata con ex cognato dopo donazione
Sono legalmente separato dopo una causa giudiziale quindi non consensuale durata tre anni: purtroppo sia in primo grado che in appello non e' stato recepito un accordo sottoscritto davanti al giudice di primo grado ed in presenza degli avvocati in cui la mia ex cedeva il suo 50% della ex…

Briciole di pane

Altre info