Con la crisi prosperano le società di recupero crediti

Dalle insolvenze buoni affari per le agenzie di recupero: è boom per i casi di insolvenza, grandi e piccoli debiti, fino alle bollette della luce e del gas. La tenaglia della crisi si fa sentire. Aumentano così i contenziosi e i pignoramenti, mentre le agenzie di recupero crediti continuano a fare buoni affari.

I bilanci delle prime dieci società italiane specializzate nel settore, consultati dall'Adnkronos, indicano in quasi 150 milioni di euro i ricavi da recupero crediti nel 2011. Il fatturato conferma il deciso trend di crescita del mercato di questi ultimi anni, anche se il numero delle imprese è calato, da 1708 del 2010 a 1541 del 2011. L'importo affidato alle società specializzate ha sfiorato i 20 miliardi nel 2008 ed è cresciuto di altri 10 miliardi nel 2009 e nel 2010, arrivando alla soglia dei 40. Il fenomeno, per altro, non è solo italiano ma mondiale. Secondo un nuovo rapporto pubblicato dalla Association of Credit and Professionals Collection (ACA), le agenzie di recupero crediti americane hanno recuperato 55 miliardi di dollari in debiti nei confronti dei creditori nel corso del 2010.

Il rischio d'impresa delle società, che acquistano già i crediti ad un prezzo molto inferiore al loro valore, è tutto nell'incasso effettivo delle somme prese in carico, che diventa sempre più difficile.
(fonte Adnkronos)

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Visite domiciliari - L'agente di recupero crediti può essere costretto ad esibire, su richiesta, copia della licenza rilasciata dalla Questura con l'elenco dei soggetti abilitati
Per svolgere la propria attività, le imprese specializzate nel recupero stragiudiziale dei crediti devono possedere la licenza di cui al testo unico delle leggi di pubblica sicurezza (TULPS) che è rilasciata dal Questore e vale per tutto il territorio nazionale. In particolare, l'articolo 115 del TULPS (Regio Decreto 773/1931) dispone, ...
Recupero crediti » Impariamo a difenderci dalle pratiche scorrette
Le agenzie di recupero crediti, mai come oggi, utilizzano pratiche scorrette per intimorire il debitore. Ma quali sono le più comuni? E come bisogna fare per difendersi da queste scorrettezze? Vi diamo qualche dritta nel prosieguo dell'articolo. Usualmente, da una parte c'è un debitore che fatica a pagare, dall'altra un ...
Recupero crediti epistolare scorretto – un altro esempio
La sempre crescente difficoltà di recuperare i crediti da parte dei services di recupero, porta alla necessità da parte loro di inventarsi metodi di recupero vieppiù "fantasiosi". Questo ne è l'ultimo esempio. Un avviso recapitato a mezzo corriere, e che lascia intendere di avere a che fare ad un problema ...
Come avviene il recupero del credito scaduto per le forniture di energia elettrica e gas
Le procedure di recupero del credito scaduto sono sostanzialmente identiche per le forniture di energia elettrica e gas: all'invio di un sollecito (phone collection per importi medio-bassi o con raccomandata per importi superiori a 150 euro) segue l'inoltro della raccomandata di costituzione in mora con preavviso di sospensione della fornitura ...
Fatture energia elettrica e gas: arrivano i cacciatori di bollette » Eni, Enel, Edison e Sorgenia si affidano a società di recupero crediti
Le società erogatrici di energia non riescono più a riscuotere le somme delle fatture inviate ai consumatori, così, entrano in scena i cacciatori di bollette: scopriamo chi sono. Dall'inizio della crisi, ormai circa 10 anni fa, molte famiglie e aziende italiane sono in difficoltà. Chi ha perso il proprio lavoro, ...

Briciole di pane

Altre info



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca