Quali informazioni sui conti correnti le banche trasmettono all’anagrafe tributaria e con quale periodicità?

Argomenti correlati:

Volevo chiedere se la comunicazione da parte delle banche dell’apertura di conto corrente fosse annuale (31 marzo riferita all’anno precedente) oppure fosse mensile riferita al mese precedente.

Esempio: Io oggi 24.05.2017 apro un conto, la comunicazione da parte della banca all’anagrafe tributaria verrà fatta il 31.03.2018 oppure oppure il 30.06.2017?

Perchè pensavo fosse annuale ma leggendo sul sito AdE non capisco.

Entro il 30 aprile di ciascuna annualità le banche devono comunicare all’anagrafe tributaria i dati identificativi, compreso il codice fiscale, del soggetto persona fisica o non fisica titolare del rapporto di conto corrente; nel caso di rapporti intestati a più soggetti, i dati identificativi, compreso il codice fiscale, di tutti i contitolari del rapporto; i dati relativi alla natura e tipologia del rapporto, la data di apertura, modifica e chiusura.

Con periodicità mensile, invece, sorge l’obbligo in capo agli Istituti bancari di comunicare le eventuali modifiche intervenute nel rapporto di conto corrente, nonché le informazioni relative ai nuovi rapporti instaurati.

Insomma, la comunicazione annuale, che deve essere effettuata in aprile, rappresenta il consolidato dello stato dei rapporti di conto corrente così come si è evoluto nel corso del’anno precedente. I dati, su eventuali variazioni intervenute nel rapporto di conto corrente (apertura, chiusura, nuovo intestatario eccetera) vanno trasmessi, tempestivamente, con cadenza mensile.

25 Maggio 2017 · Simonetta Folliero

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Anagrafe Tributaria: aumenta la pressione » Il fisco entra nei nostri conti correnti: il grande fratello è pronto
Il progetto dell'Anagrafe tributaria, ovvero il famigerato grande Fratello fiscale, fa un altro consistente passo in avanti: le banche, le poste e gli operatori finanziari devono riversare all'Anagrafe dei rapporti finanziari i saldi e tutti i movimenti bancari compiuti dagli italiani durante lo scorso anno. Aumentano le entrate tributarie: secondo i dati diffusi ieri dal Tesoro nel primo mese dell'anno sono salite di quasi il 5% superando i 34,5 miliardi rispetto ai 33 miliardi dei gennaio 2015. Ma il fisco ha ancora fame. Infatti, come è noto, entra nei nostri conti correnti. L'obiettivo è recuperare 20 miliardi di nero. Così, ...

Viaggio nel mondo dei conti correnti » Ecco quali sono i più convenienti e quali aspetti considerare prima di stipularne uno
Nell'articolo di oggi, affrontiamo un piccolo viaggio nel mondo dei conti correnti: vi spieghiamo quali sono i più convenienti e quali aspetti considerare prima di stipularne uno. Prima di affrontare la questione dei conti correnti più convenienti ai consumatori, però, facciamo un piccolo passo indietro. Infatti, innanzitutto, per chi non lo sapesse, cos'è il conto corrente? Scopriamolo nel paragrafo successivo. ...

Banche ed abusi su conti correnti e prestiti » Ecco come tutelarsi
Gli abusi più comuni delle banche ai danni dei correntisti o di chi chiede finanziamenti: si va dalle modifiche dei contratti all'insaputa del contraente, fino alle spese aggiuntive a sorpresa ed ai, famigerati, tassi usurari. Così come le trappole sono evidenti ed all'ordine del giorno, però, non mancano i diritti di cui godono i risparmiatori, anche se quasi nessuno se ne avvale, perché gli istituti di credito fanno di tutto per tenerli nascosti. Le banche inseriscono quasi sempre una frase generica nel contratto, come ad esempio: l'istituto di credito si riserva di modificare unilateralmente le condizioni qualora particolari situazioni lo ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Quali informazioni sui conti correnti le banche trasmettono all’anagrafe tributaria e con quale periodicità?