Comprare a rate su internet? - Ecco Soisy: social p2p per il prestito tra privati

Ho sentito parlare di una nuova piattaforma social, Soisy, che, consente di acquistare a rate su internet ed in negozio tramite il prestito tra privati.

Come funziona esattamente? E' reale?

Se fosse vero sarebbe molto bello.

Soisy, una startup fondata nel 2015, ha portato il fenomeno del social lending in Italia, offrendo costi contenuti e trasparenza e permettendo prestiti "p2p" tra privati ed acquisti a rate.

Ma, in sostanza, di cosa si tratta e come funziona questa piattaforma?

Praticamente, è un prestito tra privati, tutto online, in grado di far spendere di meno.

Negli Stati Uniti, in Cina e nel Regno Unito, il peer-to-peer lending è oramai una realtà consolidata in grado di muovere miliardi di dollari di capitali, ma a questa nuova frontiera si sta affacciando anche l'Italia con una manciata di startup che agiscono nel nostro paese da qualche anno e che stanno cercando di farsi spazio, offrendo credito ad un costo più basso e con meno burocrazia da digerire.

Una di queste è, appunto, Soisy, che si sta diffondendo come soluzione alternativa di pagamento in diversi negozi e siti e-commerce convenzionati.

L'idea è quella di far incontrare i clienti (che hanno bisogno di un finanziamento), i negozi (che devono vendere) e i privati che vogliono investire, provando a far guadagnare (o perlomeno risparmiare) tutti.

I gestori hanno l'accredito della somma in 24 ore, gli investitori ricevono un interesse che parte dal 4%, mentre chi fa acquisti può pagare a rate, spendendo meno in termini di interessi e con una perdita di tempo massima di cinque minuti.

Con la possibilità di dilazionare il pagamento anche online.

Il funzionamento è semplice: basta riempire il carrello, scegliere l'opzione ‘acquisto a ratè e il gioco è fatto.

Soisy fa controlli molto rigorosi sulla solvibilità dei richiedenti: nonostante questo, riesce a finanziare un prestito in tempi brevissimi.

Una richiesta di prestito su Soisy viene finanziata in un lasso di tempo che va da poche ore a pochi giorni.

Per controllare l'identità, le persona vengono chiamate sul cellulare, serve la foto della carta d'identità e un selfie, poi
si valutiamo la sua storia sul sistema di informazioni creditizie con cui i gestori accedono tutti i dati.

Ci sono rischi, perché ogni prestito è associato ad un investitore, per cui se il debitore non paga, si rischia di non rivedere i soldi indietro.

Per questo, ogni finanziamento è dilazionato tra decine di privati ed esiste una sorta di salvadanaio di garanzia: una clausola che permette a chi investe di rinunciare a una parte dei propri rendimenti per avere le spalle coperte in caso uno uno o più prestiti siano insolventi.

Uno strumento di reciproca tutela tra gli investitori che rinunciano a una piccola fetta dei loro guadagni per ammortizzare le perdite di tutti i partecipanti.

21 giugno 2018 · Patrizio Oliva

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

contratti di prestito
prestiti tra privati

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Il social lending
Il Social Lending è un modo più intelligente ed equo di prestare denaro. Si è sempre fatto tra familiari ed amici. Ora lo si può fare tra migliaia e migliaia di persone su internet. I Creditori ottengono rendimenti sul capitale prestato più alti di quelli di mercato. I Debitori sicuramente ...
Le virtù ed i vizi del social lending
Il termine “social lending”, o in italiano prestito sociale è un ottimo prodotto di marketing: ammanta di un alone “equo e solidale” un modello di business ed una finalità che è quanto di più capitalista si possa concepire: un mercato finanziario dove ognuno possa diventare qualcosa di simile ad un ...
Contratti di prestito - il prestito senza busta paga
Come tutti ben sappiamo al momento di richiedere un prestito l'istituto di credito a cui ci si rivolge richiede, oltre ai documenti d'identità, anche delle garanzie reddituali ben precise. In particolare, per ottenere un prestito, occorre presentare le ultime buste paga, per i lavoratori dipendenti sia pubblici che privati, il ...
Contratti di prestito - Il prestito delega
Il prestito delega (o delegazione di pagamento), è una forma di prestito personale di cui possono usufruire i lavoratori dipendenti. Tale forma di prestito è regolata dalla legge 180 del 05.01.1950 e dal DPR 895 del 28.07.1950 e successive modifiche. Per capire di cosa si tratta possiamo partire dalla cessione ...
Offerte commerciali indesiderate e spam » News anche per social e voip
No allo spam, sì a offerte commerciali 'amichè dei consumatori: l'Autorità per la tutela della privacy vara un primo quadro unitario di misure e accorgimenti utili sia alle imprese che vogliono avviare campagne, sia a quanti vogliono difendersi dall'invadenza di chi utilizza senza il loro consenso recapiti e informazioni personali ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca