Compilazione e invio modulo RED non effettuati - Come si può rimediare?

Ho entrambi i genitori invalidi con indennità di accompagnamento: mio padre percepisce anche la pensione da lavoro dipendente e ha mia madre a suo carico.

Ogni anno mio padre ha presentato il 730, lo scorso anno invece (2016 per i redditi del 2015), il Caf gli ha consigliato di non farlo visto che avrebbe "percepito poco" a detta loro dalla dichiarazione.

Proprio ieri, leggendo una rivista, mi imbatto sull'argomento RED e scopro che sarebbe esonerato dall'invio del RED solo chi avesse presentato il 730 ed il tempo massimo era fissato alla data del 31 Marzo 2017.

A parte la mia arrabbiatura nei confronti del caf di un patronato che tutela i disabili dove da anni mio padre si serve e che avrebbe potuto ventilare questa ipotesi del red nell'anno successivo, volevo sapere: cosa rischiano mio padre e mia madre adesso?

Come si può rimediare?

Il modello RED deve essere presentato annualmente all'INPS dai titolari di prestazioni collegate al reddito (assegni familiari, indennità di invalidità, maggiorazioni sociali o trattamenti minimi).

L'omessa presentazione del modello RED 2016 (relativo ai redditi 2014) entro la scadenza del termine (31 marzo 2016), avrebbe dovuto comportare la sospensione dell'erogazione della prestazione beneficiata a partire dal primo gennaio 2017 (almeno questo prevedeva la circolare INPS 195/2015) cosa che, mi sembra di capire, non è, fortunatamente, avvenuta.

Analogamente, l'omessa presentazione del Modello RED 2017 (redditi 2015) entro la scadenza del 31 marzo 2017, potrebbe comportare la sospensione delle prestazioni a partire da gennaio 2018.

Non sono previste sanzioni per l'omessa presentazione del modello RED e, in ogni caso, a partire dalla data di una eventuale sospensione della prestazione da parte dell'INPS, l'interessato ha 60 giorni di tempo per fornire le informazioni richieste e rimediare all'omissione, ottenendo la riattivazione dell'erogazione dei benefici nell'ipotesi, naturalmente, del permanere dei requisiti del diritto ad accedervi.

Allo scopo di evitare inconvenienti futuri, diciamo pure che un CAF (flessibile rispetto alle esigenze del cliente e di buona volontà, anche considerando l'equivoco che ha contribuito a creare) potrebbe trasmettere in ritardo il modello assumendosene la responsabilità, al costo di una penale di qualche euro, che potrebbe essere rimborsata dal pensionato intenzionato a sanare subito la propria posizione e a non rischiare eventuali sospensioni del benefici a cui ha, comunque, diritto.

12 aprile 2017 · Tullio Solinas

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

modello RED
pensione invalidità

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Eredità - Quando il chiamato debitore muore prima di accettare o rinunciare
Famiglia con madre padre e due fratelli: muore prima la madre e i figli diventano eredi, senza aver fatto la successione in quanto nel loro caso non necessaria, in quanto sono presenti poche migliaia di euro presenti su un conto in comune con la madre e basta, niente case ne ...
Tutela della Maternità » Anche se moglie è casalinga il coniuge ha diritto ai riposi giornalieri
Tutela della maternità: interessante sentenza del Consiglio di Stato. Viene parificata la posizione della casalinga alla dipendente. I riposi giornalieri spettanti al pubblico dipendente in maternità possono essere usufruiti dal coniuge, sempre pubblico dipendente, la cui moglie è casalinga. Questo, in sintesi, l'orientamento espresso dal Consiglio di Stato con sentenza ...
Miserie umane ed eredità - spese del funerale e crediti alimentari
Padre, madre e fratelli coltelli. Muoiono i genitori, uno dei fratelli paga i funerali, poi si rivolge al tribunale per ottenere dall'altro la metà delle spese sostenute. Secondo il ricorrente, infatti, è pacifico che le spese funerarie siano da ricomprendersi fra i pesi ereditari e, pertanto, il coerede che le ...
Possibilità di adozione da parte di un single
Quando è ammessa l'adozione da parte di un "single" I single possono chiedere l'adozione, sia nazionale che internazionale, ma solo in casi determinati. L'adozione da parte del "single" è ammessa nei casi particolari previsti dall'articolo 44 della legge numero 184/83, ossia: da persone unite al minore da vincolo di parentela ...
Accertamento della paternità - Rifiuto del presunto padre di sottoporsi ad indagini ematologiche
Nel giudizio promosso per l'accertamento della paternità, il rifiuto di sottoporsi ad indagini ematologiche costituisce un comportamento valutabile da parte del giudice di così elevato valore indiziario, da poter da solo consentire la dimostrazione della fondatezza della domanda. Secondo i giudici di legittimità (sentenza 16226/15), nel giudizio diretto ad ottenere ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca