Possibile la compensazione delle imposte di successione con imposte a credito?

Vorrei sapere se è prevista la compensazione di imposte derivanti da successione con credito d'imposta. Preciso che il credito d'imposta è originato dall'ultima dichiarazione 2018 di mio padre venuto a mancare. La successione dovrà essere fatta da parte di noi tre figli. Grazie.

A norma dell'articolo 17 del decreto legislativo 241/1997 i contribuenti eseguono versamenti unitari delle imposte, dei contributi dovuti all'INPS e delle altre somme a favore dello Stato, delle regioni e degli enti previdenziali, con eventuale compensazione dei crediti, dello stesso periodo, nei confronti dei medesimi soggetti, risultanti dalle dichiarazioni e dalle denunce periodiche presentate successivamente alla data di entrata in vigore del presente decreto.

Ne discende che non è compensabile l'imposta di successione dovuta dall'erede con i crediti di imposta eventualmente vantati dal defunto.

14 luglio 2018 · Giorgio Valli

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

compensazione
fisco tributi e contributi

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Le imposte di successione, ipotecaria e catastale che bisogna pagare se si eredita un immobile
Coloro che ricevono in eredità beni immobili e diritti reali immobiliari hanno l'obbligo di presentare la dichiarazione di successione e pagare, se dovuta, l'imposta di successione. L'imposta di successione è calcolata dall'ufficio, in base alla dichiarazione presentata e previa correzione di eventuali errori materiali e di calcolo commessi dal dichiarante ...
Successione - agevolazioni prima casa per imposte ipotecaria e catastale
Come sappiamo, quando l'attivo ereditario include beni immobili e diritti reali immobiliari, sono dovute le imposte ipotecaria e catastale pari, rispettivamente, al 2% e all'1% del valore degli immobili, con un versamento minimo di 200 euro per ciascuna imposta. Le imposte ipotecaria e catastale sono dovute nella misura fissa di ...
Per il fisco è reato compensare un credito inesistente o un credito non spettante
Le norme tributarie (articolo 10 quater del D.Lgs. 74/2000) puniscono la condotta di chi utilizzi in compensazione nelle dichiarazioni di imposta, crediti non spettanti ovvero inesistenti, per un ammontare superiore, per ogni periodo di imposta, ad Euro 50 mila. Va tuttavia precisato che, mentre il concetto di credito inesistente è ...
Imposta di successione » Vi spieghiamo come calcolarla
Imposta di successione: come si calcola? Per comprendere quanto è necessario pagare, bisogna contare i gradi di parentela. Per cominciare bisogna comprendere il significato del termine: per imposta di successione si intende una tassa che colpisce il trasferimento della proprietà e di altri diritti su beni mobili e immobili, a ...
Pagare i debiti di cartelle esattoriali con la compensazione » Le istruzioni dell'Agenzia delle entrate-riscossione
E' possibile onorare le proprie pendenze verso l'Agenzia delle Entrate-riscossioni, per debiti indicati in cartelle esattoriali, tramite la compensazione: vediamo come. Se si hanno dei crediti verso lo Stato, è possibile decidere di utilizzarli per pagare eventuali cartelle esattoriali a proprio carico. Ciò è possibile in due modalità: Compensazione con ...

Briciole di pane



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca