Compensazione importi in cartella esattoriale con crediti verso la PA

Vorrei un consiglio in merito a questo: ho un decreto ingiuntivo in atto per il recupero di un credito, motivo per il quale sono stato costretto a chiudere la mia attività.

Ad oggi sono maturati i miei contributi previdenziali e fra poco mi arriveranno le cartelle esattoriali da parte di Equitalia per la dilazione.

Ho sentito parlare di una legge che permette il congelamento del debito verso Equitalia salvo se ci sono crediti da recuperare. Sia il credito che il debito non superano i 10.000 euro.

Mi potreste aiutare in merito? Cosa posso fare?

Esiste una legge che permette ad Equitalia di compensare i crediti vantati da fornitori di beni e servizi verso la PA, quando questi fornitori abbiano importi iscritti a ruolo che superano i 10 mila euro.

Ammesso che lei vanti verso il ministero Pinco Pallino un credito di 12 mila euro, per fare un esempio, e nello stesso tempo abbia da pagare cartelle esattoriali per 11 mila euro, accade questo.

Prima di pagare la sua fattura viene implementata la procedura seguente:

  1. il ministero Pinco Pallino si rivolge ad Equitalia e chiede se lei abbia importi iscritti a ruolo;
  2. Equitalia comunica che lei è debitore di 11 mila euro;
  3. il ministero le corrisponde, a fronte delle sua fattura, solo mille euro.

Questo in soldoni (in realtà lei potrebbe anche rifiutarsi di accettare la compensazione, ma dubito che vedrebbe mai i restanti 11 mila euro).

La procedura non è biunivoca. Cioè, se lei vanta crediti con la PA non può compensare importi dovuti ad Equitalia (nel caso specifico, i contributi previdenziali iscritti a ruolo).

In altre parole la volontà di compensazione non può partire dal contribuente, ma solo dalla PA. Nel senso che se se lei vanta crediti verso la PA, quest’ultima potrebbe anche decidere di non ottemperare al pagamento, mentre lei non può esimersi dal corrispondere gli importi iscritti a ruolo, a meno di non farsi carico delle conseguenti azioni di recupero coattivo messe in atto da Equitalia.

Come in ogni giungla che si rispetti, anche in Italia vale la legge del più forte.

Se, invece, lei vanta crediti verso un'azienda privata non c'è alcun modo di compensarli con i suoi debiti contributivi. Può solo rivolgersi ad un'azienda di recupero crediti o ad un avvocato specializzato in riscossione coattiva.

26 settembre 2011 · Chiara Nicolai

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

cartella esattoriale
compensazione

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Equitalia » La dilazione della cartella esattoriale non cancella l'ipoteca se già iscritta
Equitalia: l'ottenimento della dilazione del debito per una o più cartelle esattoriali può impedire l'iscrizione dell'ipoteca, ma non la sua cancellazione, se essa era già preesistente. Come noto, dopo aver accettato la dilazione, Equitalia non può procedere all'iscrizione di ipoteca ed altre forme di riscossione coattiva. La possibilità di iscrivere ...
Cartella esattoriale » Che fare se equitalia rifiuta la dilazione?
Cartella esattoriale da equitalia: che succede se l'agente della riscossione rifiuta di concedere la dilazione (o rateizzazione)? Nel proseguimento dell'articolo, per prima cosa, riproporremo i principi della dilazione delle cartelle di pagamento, per poi chiarire al lettore i casi in cui equitalia può rifiutare la rateazione, aggiungendo qualche suggerimento su ...
Riscossione coattiva e compensazione – la PA non salda fatture a chi deve pagare una cartella esattoriale
Secondo quanto previsto dall'articolo 48-bis, DPR 602/1973, i soggetti pubblici, ossia le pubbliche Amministrazioni e società a totale partecipazione pubblica, prima di effettuare un pagamento di importo superiore a euro 5 mila, devono procedere alla verifica di eventuali inadempienze tributarie da parte del soggetto beneficiario del pagamento stesso. Ciò si ...
Cartella esattoriale non pagata - avvisi e solleciti al debitore
Il debitore viene informato in anticipo, con opportune comunicazioni, in merito a ogni azione che Equitalia per legge dovrà compiere per recuperare quanto dovuto. Il sollecito, spedito per posta semplice, è una sorta di ‘promemorià che viene inviato a chi ha un debito fino a 10 mila euro con l'invito ...
Pignoramento dello stipendio - Le nuove norme per crediti di natura esattoriale
La conversione in legge del decreto per la semplificazione degli adempimenti fiscali, contiene importanti novità in tema di pignorabilità di stipendi e pensioni. Il decreto introduce un limite di pignorabilità presso terzi per stipendi, salari o altre indennità relative al rapporto di lavoro o di impiego parzialmente derogando, per la ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca