Comodato d'uso gratuito - E' pignorabile?

Può il comodato gratuito (per 30 anni) farmi restare in casa dopo l'asta?

Tutto dipende dalla data del contratto e dalla sua registrazione presso l'Agenzia delle Entrate.

Quindi, ci riferiamo sempre a contratti registrati. Nessuna rilevanza a scritture private, a meno che non abbiano il suggello notarile.

Se il contratto di comodato (o di locazione) è antecedente alla data del pignoramento dell'immobile, si hanno ottime probabilità di spuntarla. E' comunque doveroso precisare che la giurisprudenza non è univoca sulla questione. Alcuni giudici ritengono, infatti, che il contratto di comodato (o di locazione) debba avere data certa antecedente alla formazione del titolo esecutivo (decreto ingiuntivo o sentenza). Addirittura, in alcuni casi è stato ritenuto non opponibile al nuovo proprietario il contratto di locazione ultranovennale, registrato in data anteriore all'esecutività del titolo, caratterizzato da un importo mensile c.d. "vile" ovvero inferiore ad un terzo del canone di mercato.

18 giugno 2012 · Marzia Ciunfrini

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Il comodato a tempo determinato, a tempo determinabile ed il comodato precario senza determinazione di durata
Il codice civile disciplina due forme del comodato, quello propriamente detto, regolato dagli articoli 1803 e 1809 e il cosiddetto comodato precario, al quale si riferisce l'articolo 1810 del codice civile, rubricato come comodato senza determinazione di durata. Nel caso di comodato precario, connotato dalla mancata pattuizione di un termine ...
Contratto di comodato di un immobile - Non è opponibile all'acquirente
Il contratto di comodato di un bene stipulato dall'alienante in epoca anteriore al rogito non è opponibile all'acquirente del bene stesso. L'acquirente a titolo particolare del bene concesso in precedenza dal venditore in comodato non può, quindi, risentire alcun pregiudizio dall'esistenza di tale comodato e ha, pertanto, il diritto di ...
Immobile concesso in comodato da un terzo - Successiva separazione dei coniugi ed assegnazione della casa familiare
Il coniuge affidatario della prole minorenne, o maggiorenne non autosufficiente, assegnatario della casa familiare, può opporre al comodante, che chieda il rilascio dell'immobile, l'esistenza di un provvedimento di assegnazione, pronunciato in un giudizio di separazione o divorzio, solo se tra il comodante e almeno uno del coniugi il contratto in ...
Comodato d'uso di un immobile » il proprietario può risolvere il contratto se la destinazione del bene è dubbia
Il proprietario dell'immobile può risolvere il contratto di comodato d'uso se la destinazione del bene non è chiara. Con il contratto di comodato, il proprietario concede gratuitamente a terzi il diritto di uso del bene proprio e, quindi, soprattutto quando si tratti di un immobile, la sussistenza di una effettiva ...
Agevolazione fiscale prima casa - permane in caso di vendita infraquinquennale e riacquisto a titolo gratuito
Com'è noto, in caso di trasferimento a titolo oneroso o gratuito degli immobili acquistati con le agevolazioni fiscali prima casa, quando non sia ancora decorso il termine di cinque anni dalla data del loro acquisto, il contribuente è tenuto a versare le imposte di registro, ipotecaria e catastale nella misura ...

Briciole di pane

Altre info



Cerca