Come indicare il convivente non legato da vincoli di parentela con i miei figli

Salve, sono divorziata da 15 anni, la mia famiglia è composta da me, una figlia maggiorenne studentessa universitaria, una figlia 17enne studentessa entrambe a mio carico fiscalmente, e che non hanno mai avuto dal padre (il mio ex marito) nessun tipo di assegno di mantenimento; inoltre è presente la mia terza figlia di 8 anni che è a mio carico al 50%, con il cui padre NON sono sposata ma risulta anch'egli sul mio stato di famiglia in quanto residente nella mia abitazione.

Domanda: come devo indicare e come influisce sul valore Isee il mio compagno? E come deve risultare sull'Isee di mia figlia maggiorenne?

Il problema fondamentale è che il mio compagno non ha vincoli di parentela alcuna con le mie prime due figlie, non ha nessun dovere di mantenimento, non collabora e non ha mai collaborato economicamente per loro e quindi non può essere cumulato il suo reddito con il mio, soprattutto nel caso di richieste di agevolazioni per le due ragazze. Al loro mantenimento ho sempre provveduto ESCLUSIVAMENTE io con i miei mezzi, e continua ad essere così.

Per quanto riguarda invece il rapporto con la nostra figlia è evidente che provvediamo al 50% a lei, ma ai fini isee di quale nucleo famigliare fa parte? E il mio stesso compagno fa parte di un nucleo famigliare indipendente dal mio? (Lui ha naturalmente la sua attività, il suo reddito ed è fiscalmente "indipendente").

Ho tanto cercato, ma non trovo nessuna casistica simile per risolvere questo dilemma.

Spero essere stata chiara, grazie per l'aiuto

E' stata molto chiara, quando scrive:

Il problema fondamentale è che il mio compagno non ha vincoli di parentela alcuna con le mie prime due figlie, non ha nessun dovere di mantenimento, non collabora e non ha mai collaborato economicamente per loro e quindi non può essere cumulato il suo reddito con il mio, soprattutto nel caso di richieste di agevolazioni per le due ragazze. Al loro mantenimento ho sempre provveduto ESCLUSIVAMENTE io con i miei mezzi, e continua ad essere così.

Prima di rispondere devo capire, però, se quella in neretto è una sua ipotesi o è un'affermazione documentata e/o supportata da leggi.

Perché vede, io, in tutta sincerità, le avrei semplicemente replicato che il suo nucleo familiare ai fini ISEE (al cui reddito contribuiscono tutti i componenti) è composto da lei, dal suo compagno e dalle sue tre figlie.

16 novembre 2011 · Carla Benvenuto

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

assegno di mantenimento o divorzile per coniuge e figli
ISEE

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Quando il Comune paga l'affitto dell'inquilino moroso
Se il reddito del proprio nucleo familiare, risultante dalla dichiarazione ISEE, è uguale o inferiore al canone annuo di locazione, così come risulta da un contratto di affitto regolarmente registrato, l'inquilino rimasto indietro con il pagamento delle mensilità al padrone di casa può accedere al Fondo di morosità incolpevole di ...
Mantenimento » Figlia vive sola? Madre perde assegno e casa familiare
In tema di separazione, nel caso il figlio affidato andasse a vivere da solo, la madre affidataria perderebbe l'ex casa familiare e il mantenimento della ragazza corrisposto dall'ex coniuge obbligato. Questo importante principio è stato stabilito dalla Corte di Cassazione la quale, con la pronuncia 24510/2013, ha stabilito che: L'avvenuta ...
Assegno per il mantenimento della figlia minore - Il coniuge obbligato non può chiedere il rendiconto delle spese al coniuge affidatario
Quando, in sede di separazione personale dei coniugi, i figli siano stati affidati, con provvedimento presidenziale o con sentenza definitiva, ad uno dei coniugi, l'assegno posto a carico del coniuge non affidatario, quale suo concorso agli oneri economici derivanti dal mantenimento della prole, è determinato in misura forfettariamente proporzionata alle ...
Mantenimento dei figli maggiorenni - quando cessa l'obbligo?
L'obbligo di mantenimento per figli maggiorenni, sancito in una sentenza di separazione personale o divorzio, cessa con il raggiungimento dell'autosufficienza economica accertata all'esito di un procedimento ex articolo 710 codice di procedura civile Il diritto a percepire gli assegni di mantenimento riconosciuti, in sede di separazione, con sentenza passata in ...
Separazione » Figli hanno diritto a stesso tenore di vita del matrimonio
Dopo la separazione i figli hanno diritto allo stesso tenore di vita mantenuto durante il matrimonio » Sentenza Cassazione I figli hanno diritto allo stesso tenore di vita che i genitori gli garantivano durante il matrimonio. Per questo, anche se l'azienda dell'obbligato è in crisi, va corrisposto ugualmente l'assegno divorzile. ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca