Come conoscere i movimenti di un conto corrente di un debitore?

Vorrei chiedervi come poter conoscere i singoli movimenti di un conto corrente di un debitore: mi sembra di capire che nell'anagrafe tributaria ci siano tutte le informazioni, ma che solo l'Agenzia delle Entrate può visualizzarle, il creditore può invece solo conoscere dove c'è un rapporto finanziario, ma non saldi e movimenti.

Come fare, dunque? Se il debitore avesse effettuato bonifici a terzi (parenti, familiari, amici), si potrebbe agire con l'azione revocatoria? E cosa fare con i prelievi che eventualmente avesse già compiuto?

Il pignoramento del conto corrente si esegue mediante atto notificato alla banca e al debitore: l'atto contiene l'intimazione alla banca di non consentire movimentazione alcuna delle somme depositate sul conto corrente del debitore.

Ne consegue che il debitore, fino al momento in cui la banca opera il blocco delle operazioni in conto corrente, può disporre come meglio crede dei propri risparmi.

In ogni caso, si parla di azione revocatoria ordinaria di atti del debitore con esclusivo riferimento ad atti di trasferimento della proprietà di beni soggetti a trascrizione nei pubblici registri (immobili, terreni, barche, aerei, automobili).

Qualora pignorato il conto corrente, risultasse che il debitore si fosse spogliato della somma ivi giacente fino a qualche momento prima della notifica alla banca, attraverso bonifici effettuati a favore di parenti o di altri terzi, il creditore insoddisfatto ed informato dei singoli movimenti non potrebbe fare altro che rammaricarsi della propria intempestività nell'azione esecutiva.

Dal punto di vista fiscale, invece, l'Agenzia delle entrate potrebbe assoggettare le somme trasferite ad imposta sul reddito, ritenendole percepite da attività in nero, e potrebbe esigere il pagamento dell'imposta di donazione per ciascun singolo trasferimento.

Una volta accertata la donazione a favore del terzo beneficiario il creditore potrebbe esperire azione revocatoria.

13 marzo 2017 · Simone di Saintjust

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

pignoramento conto corrente e libretto di deposito
revocatoria di atti dispositivi del debitore (alienazione immobile donazione costituzione fondo patrimoniale)

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Nullo l'accertamento fiscale basato sui movimenti in conto corrente se il contribuente non ha svolto attività
Quando sussistono flussi finanziari che non trovano corrispondenza nella dichiarazione dei redditi, i dati risultanti dai conti correnti bancari possono essere utilizzati sia per dimostrare l'esistenza di un'eventuale attività occulta (impresa, arte o professione), sia per quantificare il reddito ricavato da tale attività, incombendo al contribuente l'onere di dimostrare che ...
L'azione revocatoria ordinaria può essere esercitata anche se il bene alienato dal debitore è ipotecato per l'intero suo valore
Le condizioni per l'esercizio dell'azione revocatoria ordinaria consistono nell'esistenza di un valido rapporto di credito tra il creditore che agisce in revocatoria e il debitore disponente, nell'effettività del danno, inteso come lesione della garanzia patrimoniale a seguito del compimento da parte del debitore dell'atto traslativo, e nella ricorrenza, in capo ...
Azione revocatoria di atti disposti dal fideiussore del debitore
L'azione revocatoria ordinaria presuppone, per la sua esperibilità, la sola esistenza di un debito, e non anche la sua concreta esigibilità, con la conseguenza che, prestata fideiussione in relazione alle future obbligazioni del debitore principale connesse all'apertura di credito regolata in conto corrente, gli atti dispositivi del fideiussore successivi all'apertura ...
Azione revocatoria di atti del debitore - Intento fraudolento e preordinazione dolosa ai danni del creditore
Com'è noto, l'azione revocatoria è l'azione giudiziale con cui il creditore può domandare che siano dichiarati inefficaci, nei suoi confronti, gli atti di disposizione del patrimonio del debitore finalizzati a compromettere la futura riscossione coattiva del credito. Se l'azione revocatoria ha per oggetto atti posteriori al sorgere del credito, ad ...
I redditi occulti e non dichiarati dal contribuente possono essere provati dall'esame dei movimenti in conto corrente di un familiare o di un collaboratore
Spetta all'Amministrazione finanziaria che contesti i dati esposti nella dichiarazione in verifica, fornire la prova dei maggiori redditi occulti: tale prova può essere raggiunta anche mediante l'accertamento di circostanze indiziarie idonee a costituire una valida presunzione. Ad esempio, idonee a costituire una valida presunzione è la stretta contiguità (familiare, collaborativa, ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca