Come oscurare una sofferenza censita nella Centrale Rischi della Banca d’Italia


Appostazione a sofferenza, centrale rischi banca d'italia, centrale rischi CRIF

La mia domanda è: ho pagato il mio debito, in CRIF risulto pulito, ma in centrale rischi no, perché sono stato sofferente e risulto ancora tale, siccome devo fare un mutuo c’è un modo per la cancellazione della mia sofferenza dato che sono trascorsi più di 24 mesi? Se si come?

Una volta regolate le vecchie pendenze con un accordo transattivo a saldo stralcio bisogna attendere 36 mesi (non 24) affinché la posizione debitoria venga oscurata sia in un Sistema privato di Informazioni Creditizie (SIC) come la Centrale Rischi di Intermediazione Creditizia (CRIF) che nella Centrale Rischi pubblica (CR) gestita dalla banca d’Italia.

Talvolta capita che, anche decorsi i tre anni, la posizione regolata a saldo stralcio non venga oscurata: la segnalazione, in questo scenario, si reitera in riferimento al debito residuo, ovvero per la parte differenza fra importo del prestito originariamente erogato al debitore inadempiente e importo saldato dal debitore inadempiente in base all’accordo stragiudiziale intervenuto con il creditore.

Ciò perché l’articolo 1236 del codice civile prescrive che se la liberatoria rilasciata dal creditore non fa esplicitamente riferimento alla volontà del creditore di rinunciare all’importo residuo (debito rinunciato), allora il debito residuo deve intendersi non estinto.

Se il caso è questo, allora l’unica soluzione percorribile per oscurare in CR la propria posizione debitoria dopo il purgatorio triennale dalla data di regolazione dell’inadempimento è ricorrere all’Arbitro Bancario Finanziario (ABF) che in più di una occasione si è espresso favorevolmente al debitore, ritenendo che anche una formula implicita contenuta nella liberatoria (del tipo “il creditore non ha null’altro a pretendere” oppure “nulla è più dovuto”) può integrare la volontà del creditore di rinunciare all’importo residuo pari alla differenza fra quanto originariamente erogato a prestito dal creditore e quanto effettivamente pagato a saldo stralcio dal debitore.

31 Marzo 2021 · Ornella De Bellis

Altri post che potrebbero soddisfare le esigenze informative di chi è giunto fin qui


Se il post è stato interessante, condividilo con i tuoi account Facebook e Twitter

condividi su FB     condividi su Twitter

Questo post totalizza 128 voti - Il tuo giudizio è importante: puoi manifestare la tua valutazione per i contenuti del post, aggiungendo o sottraendo il tuo voto

 Aggiungi un voto al post se ti è sembrato utile  Sottrai  un voto al post se il post ti è sembrato inuutile

Seguici su Facebook

seguici accedendo alla pagina Facebook di indebitati.it

Seguici iscrivendoti alla newsletter

iscriviti alla newsletter del sito indebitati.it

Fai in modo che lo staff possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona!



Cosa stai leggendo - Consulenza gratuita

Stai leggendo Forum – Debiti e recupero crediti » Come oscurare una sofferenza censita nella Centrale Rischi della Banca d’Italia. Richiedi una consulenza gratuita sugli argomenti trattati nel topic seguendo le istruzioni riportate qui.

.