Come sapere se un debito é prescritto?

Nel 2010 fui condannato al risarcimento di una cifra di circa 30 mila euro, a causa del quale mi venne pignorata parte dello stipendio (ero nullatenente).

Un paio di anni dopo mi trasferii all'estero per motivi lavorativi e da qual momento non ebbi piú notizie da parte del creditore, nonostante parte del debito sia ancora insoluta.

Supponiamo che tra 10 anni io decida di acquistare una casa vacanza in Italia, esiste modo di sapere se il debito é caduto in prescrizione o se rischio il pignoramento?

Purtroppo non esiste, in Italia, un registro generale pubblico delle prescrizioni, dove il creditore sarebbe obbligatoriamente tenuto a rinnovare la pretesa alla data in cui ritiene il credito, certo e liquido, ancora esigibile dal debitore e in cui quest'ultimo, potrebbe contestualmente essere informato circa l'intervenuta, o meno, prescrizione del dovuto.

Né credo esisterà mai un simile registro, anche, e soprattutto, per evidenti questioni di violazione della privacy.

In mancanza, l'intervenuta prescrizione del debito resta legata alla sola ricevuta AR, sicuramente detenuta dal creditore, relativa all'ultima comunicazione di messa in mora che, tuttavia, abbastanza spesso, viene notificata per compiuta giacenza (in caso, ad esempio, di trasferimento all'estero e mancata iscrizione all'AIRE del debitore) e della quale, pertanto, il debitore potrebbe non conoscere l'esistenza.

9 ottobre 2016 · Patrizio Oliva

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

prescrizione e decadenza dei debiti e dei crediti

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Il debitore che ammette il debito o ne contesta l'importo rischia di non beneficiare della prescrizione presuntiva
Non può essere accolta la prescrizione presuntiva del credito quando il debitore ammette la mancata estinzione del debito e/o quando il debitore ne contesta la congruità. Secondo giurisprudenza consolidata, infatti, l'ammissione del debitore di non aver estinto il debito ovvero la contestazione, da parte dello stesso, dell'entità dell'importo preteso dal ...
Contributi previdenziali - Il pagamento del debito prescritto comporta il diritto alla restituzione
Nella materia previdenziale, a differenza che in quella civile, il regime della prescrizione già maturata è sottratto alla disponibilità delle parti, sicché deve escludersi l'esistenza di un diritto soggettivo degli assicurati a versare contributi previdenziali prescritti. Detto principio vale per ogni forma di assicurazione obbligatoria: ne consegue che, a differenza ...
Centrale rischi (CR) della Banca d'Italia – segnalazione di un credito prescritto
Istituita con Delibera CICR (Comitato interministeriale per il credito e il risparmio) del 16 maggio 1962, la Centrale Rischi è un servizio accentrato di informazioni sui rischi finanziari gestito dalla Banca d'Italia. Tale servizio consente alle banche, attraverso la raccolta di informazioni provenienti dalle stesse sui rischi dei propri clienti, ...
Effetti della mora del debitore nel risarcimento del danno
Il debitore del risarcimento del danno è in mora dal giorno in cui il danno si verifica. La mora dell'obbligo di risarcire il danno, com'è noto, non produce interessi legali, in quanto il debito riconducibile al risarcimento del danno ha natura di obbligazione di valore e non di valuta. Come ...
Multe stradali: hanno una scadenza? » Ecco tutto ciò che l'automobilista deve sapere su decadenza e prescrizione
In tema di multe stradali, o contravvenzioni, quando le stesse vanno in scadenza, o per meglio dire in prescrizione? Ecco tutte le informazioni necessarie all'automobilista. Come noto, anche le multe sono soggette ad una "scadenza" ossia ad un termine di prescrizione, entro il quale deve essere avanzata richiesta formale di ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca