Coinquilini con prole

Da circa tre anni condivido la mia abitazione con un coinquilino: a settembre è nata mia figlia ed il mio coinquilino l'ha riconosciuta in quanto padre naturale.

L'ufficio anagrafe del nostro comune ci ha convocato dicendoci che essendoci un presunto rapporto affettivo fra noi, poichè genitori dello stesso figlio, dovremmo costituire un unico nucleo famigliare con conseguente modifica del nostro reddito in quanto si accumulerebbe.

Abbiamo proposto una dichiarazione congiunta in cui sosteniamo che fra noi non esiste un legame affettivo ma ci è stato detto che esiste un regolamento nazionale che non ci permette di mantenere il nostro status.

Che cosa devo fare?

Sono obbligata a formare un nucleo famigliare con mia figlia ed il mio coinquilino oppure possiamo mantenere due nuclei famigliari e quindi due stati di famiglia differenti(mi spiego: un nucleo formato da me e mia figlia e l'altro costituito dal mio coinquilino e sua figlia)pur abitando nella stessa casa?

La ringrazio per l'attenzione augurandomi di essere stata sufficientemente chiara nell'esporre il mio quesito.
Cordiali saluti. Francesca

Nella situazione da lei descritta esiste un unico nucleo familiare ai fini ISEE ed è quello costituito dalla bambina, dalla madre e dal padre naturale che l'ha riconosciuta.

17 novembre 2011 · Ludmilla Karadzic

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?