Come ricorrere all'Arbitro Bancario Finanziario per ottenere la chiusura di un conto corrente in rosso e bloccato dalla banca che continua a generare spese?

Vorrei chiedere cortesemente il Vostro aiuto su come formulare una richiesta di chiusura di un conto corrente presso la Banca, nel quale c'è un fido bancario di euro 2 mila e 500 ed una carta di credito analogo importo, con uno scoperto totale di circa 5 mila euro.

Ora, visto che la Banca in questione non ha voluto concedermi nessun tipo di rateizzazione che mi permettesse di rientrare dal debito, ho provveduto a trasferire lo stipendio in un'altro conto corrente di altra Banca, però vorrei chiedere la chiusura del primo conto, in quanto esso è stato bloccato dalla banca stessa, ed è quindi inutilizzabile e anzi continua a produrre spese varie ecc.

Non posso neppure versare i soldi per la rata di mutuo e ogni mese devo fare 70 km per recarmi in banca a pagarlo allo sportello. Non so come posso scrivere una lettera corretta alla banca, citando i miei diritti a recedere dallo stesso.

Per il momento, deve semplicemente inviare una comunicazione alla banca, con raccomandata AR, in cui chiede la chiusura del rapporto di conto corrente e la disattivazione della carta di credito ad essa collegata (indicando precisamente gli identificativi numerici di entrambi gli strumenti di pagamento). E' necessario spedire la missiva con unico foglio piegato (piego), cioè senza busta, in modo che la controparte, in futuro, non potrà asserire che nella busta c'era altro e non l'istanza relativa alla chiusura del rapporto di conto corrente e di carta di credito.

Dovrà custodire la ricevuta postale ed effettuare una fotografia (estratti conto) della situazione debitoria al momento della richiesta di chiusura dei rapporti.

Il debito che potrà essere chiamata a rimborsare non potrà essere gravato da spese ed interessi successivi.

Ma questa, sarà probabilmente questione da affrontare in un secondo momento.

13 dicembre 2016 · Simonetta Folliero

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

conto corrente e libretto di deposito

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Non è possibile chiudere un conto corrente se è utilizzato per il pagamento delle rate di un prestito concesso dalla stessa banca
Abbiamo già avuto modo di vedere, in altri articoli, che è illegittimo il rifiuto della banca alla chiusura del conto corrente motivandolo con l'esistenza di un saldo negativo, dal momento che la giurisprudenza ha evidenziato che il diritto di recesso dai contratti a tempo indeterminato è riconosciuto al correntista ai ...
Chiusura del conto corrente - la banca non può condizionarla alla restituzione di un debito del cliente
Può accadere che la banca opponga rifiuto alla richiesta di chiusura del conto formulata dal cliente, giustificando tale rifiuto con il mancato rimborso di somme indebitamente versate al correntista a titolo di stipendio e tredicesima mensilità. Può accadere anche che, dopo il rifiuto di chiudere il conto corrente, trascorrano degli ...
Chiusura unilaterale conto corrente e conseguente protesto assegno - la banca deve risarcire
La clausola di buona fede nell'esecuzione del contratto di conto corrente opera come criterio di reciprocità, imponendo a ciascuna delle parti del rapporto di agire in modo da preservare gli interessi dell'altra e costituisce un dovere giuridico autonomo a carico delle parti contrattuali, a prescindere dall'esistenza di specifici obblighi contrattuali ...
Chiusura conto corrente » termine prescrizionale per la ripetizione degli interessi
Chiusura di un conto corrente: in tema di ripetizione dell'indebito, il termine prescrizionale è decennale. L'azione di ripetizione di indebito, proposta dal cliente di una banca, il quale lamenti la nullità della clausola di capitalizzazione trimestrale degli interessi anatocistici maturati con riguardo ad un contratto di apertura di credito bancario ...
Prescrizione decennale dei contratti di mutuo e di conto corrente bancario – decorrenza
"Il momento iniziale del termine prescrizionale decennale per il reclamo delle somme indebitamente trattenute dalla banca a titolo di interessi su un'apertura di credito in conto corrente (nella specie: perché calcolati in misura superiore a quella legale senza pattuizione scritta), decorre dalla chiusura definitiva del rapporto, trattandosi di un contratto ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca