Fondo di previdenza casalinghe – Versando contributi per almeno cinque anni si può ottenere la pensione di vecchiaia?

Ho 55 anni e 23 anni di contributi versati sia come titolare di attività commerciale e sia da lavoratrice dipendente. Oggi sono venuta a sapere del fondo Inps casalinghe che consente di andare in pensione a 57 anni. Essendo attualmente disoccupata la mia domanda e la seguente: se iniziassi a versare da oggi, e per almeno 5 anni i contributi di 26 euro all inps più l’assicurazione di 13 euro annuali all INAIL, ciò mi darebbe diritto ad andare in pensione a 60 anni?

Si può ottenere la pensione di vecchiaia con almeno cinque anni (60 mesi) di contributi versati al fondo di previdenza casalinghe se, e solo se, l’importo maturato per la pensione di vecchiaia risulta almeno pari all’ammontare dell’assegno sociale maggiorato del 20% (1,2 volte l’assegno sociale).

Ora, che l’importo della pensione di vecchiaia maturato risulti almeno pari all’ammontare dell’assegno sociale maggiorato del 20% (1,2 volte l’assegno sociale) è praticamente impossibile con il versamento del contributo mensile minimo di 25,82 euro effettuato, sicuramente per cinque anni, e forse, anche per cent’anni.

Solo al compimento del 65.mo anno di età, per ottenere la pensione di vecchiaia con almeno cinque anni (60 mesi) di contributi versati al fondo di previdenza casalinghe viene a mancare il requisito per cui l’importo maturato per la pensione deve risultare almeno pari all’ammontare dell’assegno sociale maggiorato del 20%. Ma a quel punto, dopo 10 anni di versamenti mensili, dubito, come anticipato sopra, che con la pensione maturata riesca a sopravvivere in attesa di poter fruire (a 67 anni e sette mesi, al momento in cui scriviamo) dell’assegno sociale.

20 Marzo 2018 · Tullio Solinas

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Contributi inps e simulazione pensione - Possibile che dopo più di vent'anni di contributi versati spetti un importo di pensione di vecchiaia minore dell'assegno sociale?
Mia moglie 64 anni, con più di 20 anni di contributi, come dipendente: simulando la futura pensione presso l'inps mi dice che andrà in pensione a dicembre 2023, con un importo lordo di 452 euro mensile. Mi chiedo che servono 20 anni di contributi per percepire una pensione più bassa di quella sociale. Vorrei un vostro parere in merito. ...

Calcolo anni di contributi INPS versati per accedere alla pensione di vecchiaia
Dal sito INPS "La mia pensione" alla voce Contributi utili ai fini della pensione ci sono 1381 settimane per la misura, 1456 settimane per il diritto. Da un mio calcolo divido 1381 x 52 settimane e mi da più di 26 anni di contributi accreditati. Avrei bisogno di una vostra conferma del calcolo, e se cosi fosse, compiendo 67 anni in agosto ho i requisiti per la domanda di pensione di vecchiaia (minimo 20 anni di contributi) ...

Diniego pensione di vecchiaia a chi ha maturato i requisiti da lavoratore dipendente a causa di eventuali contributi non versati alla gestione separata?
Classe 1953 e compleanno ad agosto prossimo venturo, ho i requisiti per presentare domanda per la pensione di vecchiaia (67 anni e 25 anni di contributi versati): i 25 anni di contributi erano già maturati alla fine del 2012 (con sistema calcolo MISTO). Dal 2014 ho aperto partita iva come consulente grafico e da allora non ho più pagato i contributi minimali INPS (con cartelle esattoriali già in notifica). A fronte di questi debiti INPS può non accettare la mia domanda di pensione di vecchiaia? Da simulazione l'assegno mensile sarebbe di 748,00 euro. In caso di accettazione quanto ammonterebbe la ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Fondo di previdenza casalinghe – Versando contributi per almeno cinque anni si può ottenere la pensione di vecchiaia?