Chi decide la quota pignorabile di uno stipendio da parte del Concessionario della riscossione?

Percepisco uno stipendio netto in busta di circa 1000 euro ai quali sono già stati detratti 280 di credito alimentare e 220 di pignoramento ordinario. Sto altresì saldando a stralcio i 220 di pignoramento ordinario che saranno sostituiti in busta da nuovi 220 di cessione del quinto

Nel frattempo più di 60 g. fa il mio datore di lavoro ha ricevuto una richiesta di pignoramento presso terzi da parte dell'Agenzia delle Entrate
DOMANDA : passati i 60 giorni e non avendo fatto alcun ricorso, quando inizierà il pignoramento? Chi deciderà e calcolerà la cifra?

Bisogna aspettare che scrivano ancora e andare davanti a un giudice?

Le somme dovute a titolo di stipendio, di salario o di altre indennità relative al rapporto di lavoro o di impiego, comprese quelle dovute a causa di licenziamento, possono essere pignorate dall'agente della riscossione in misura pari ad un decimo per importi fino a 2 mila e 500 euro e in misura pari ad un settimo per importi superiori a 2 mila e 500 euro e non superiori a 5 mila euro.

Così dispone l'articolo 72 ter del Decreto del Presidente della Repubblica 602/1973.

Sempre nello stesso provvedimento, all'articolo 72 bis, la normativa sul pignoramento esattoriale presso il datore di lavoro, prevede che l'atto di pignoramento dei crediti del debitore verso terzi può contenere, in luogo della citazione del datore di lavoro e del debitore innanzi al giudice ex articolo 543 del codice di procedura civile, l'ordine al terzo di pagare il credito direttamente al concessionario, fino a concorrenza del credito per cui si procede, nel termine di sessanta giorni dalla notifica dell'atto di pignoramento, per le somme per le quali il diritto alla percezione sia maturato anteriormente alla data di tale notifica e alle rispettive scadenze, per le restanti somme.

Qualora il pignoramento diretto del concessionario della riscossione presso il datore di lavoro conducesse alla violazione della normativa prevista dall'articolo 545 del codice di procedura civile o da leggi speciali vigenti (ad esempio se la somma di precedenti pignoramenti ordinari ed alimentari in corso, della rata di cessione del quinto e del pignoramento promosso dal concessionario portassero a superare la metà dello stipendio percepito, considerato al netto degli oneri fiscali e contributivi e al lordo della cessione del quinto) allora il debitore, con il supporto di un avvocato, potrà rivolgersi al giudice dell'esecuzione del Tribunale territorialmente competente.

9 luglio 2018 · Ludmilla Karadzic

Grazie della risposta ma alcune cose non mi sono chiare: da quanto ho letto il pignoramento è diretto fino al concorrere delle somme dovute (non è fissata alcuna data di udienza).

Passati quindi i 60 giorni utili per ipotetico ricorso (che non ho fatto) come si procede?

Chi calcola l'importo del pignoramento esattoriale che l'azienda verserà direttamente all'agenzia delle Entrate?

Nel suo caso è la lege che stabilisce la quota nel 10% dello stipendio percepito al netto di oneri fiscali e contributivi ed al lordo di eventuale cessione del quinto.

Quando il debitore ritenesse illegittima la quota pignorata dal datore di lavoro (che è poi quella pretesa dal Concessionario) perché sullo stipendio insistono altri pignoramenti e una cessione del quinto che assorbono oltre la metà dello stipendio, allora il rimedio è quello rappresentato dal giudice dell'esecuzione.

9 luglio 2018 · Ludmilla Karadzic

Un'ultima cosa se possibile nello specifico del mio caso ( es. che può rendere più chiaro anche ad altri).

Il mio metto al momento antecedente la notifica e quindi 60 giorni fa era di 1000 in busta paga sottratti 280 di alimenti e 220 di pignoramento ordinario.

Quanto mi pignoreranno?

Partendo dal presupposto che il suo stipendio, al netto degli oneri fiscali e contributivi, è di 1.500 euro, il prelievo mensile, dovuto all'ente per il quale il Concessionario della riscossione agisce, sarà pari a circa 150 euro.

9 luglio 2018 · Ludmilla Karadzic

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

pignoramento stipendio

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Cartella esattoriale da agenzia entrate-riscossione » Come chiedere sospensione e annullamento della riscossione per importi non dovuti
In caso di ricezione di una cartella esattoriale, o altri atti, da agenzia delle entrate-riscossione, ecco come chiedere sospensione e annullamento della riscossione per importi non dovuti. Se si ritiene che la richiesta di pagamento presente nella cartella esattoriale o nell'avviso non sia dovuta, è possibile chiedere all'Agenzia delle entrate-Riscossione ...
Calcolo della quota effettivamente pignorabile dello stipendio - Esempi pratici
Per comprendere appieno i meccanismi di calcolo della quota effettivamente pignorabile dello stipendio bisogna partire innanzitutto dalla classificazione dei debiti assunti nei confronti del soggetto procedente. Parliamo di debiti ordinari quando il creditore è una banca, un privato o una finanziaria. Siamo quindi nel novero dei prestiti concessi e non ...
Pignoramento del conto corrente » A partire dal 1° luglio 2017 sarà Agenzia Entrate Riscossioni a procedere al posto di Equitalia
Come già preannunciato in articoli precedenti, in merito al pignoramento del conto corrente da parte del fisco sarà molto più facile dal prossimo 1 luglio 2017: scopriamo perché. A partire dal primo luglio 2017 sarà Agenzia Entrate Riscossioni, in caso di debiti fiscali e cartelle esattoriali non pagate, a disporre ...
Cartelle esattoriali » A partire dal primo luglio 2017 cambiano busta e mittente
Per quanto riguarda le cartelle esattoriali, a partire dal 1 luglio 2017, con la chiusura di Equitalia, non recheranno più i colori il logo e il nome dell'agente di riscossione: cambieranno dunque, busta e mittente delle cartelle. A partire dal 1 luglio 2017, cambierà il mittente delle raccomandate che conterranno ...
Equitalia: dalle cartelle esattoriali al pignoramento dello stipendio passando per il fermo amministrativo » Breve guida alla riscossione coattiva esattoriale
Breve guida alla riscossione e al pignoramento esattoriale, cominciando dalle cartelle esattoriali fino al pignoramento degli stipendi passando per il fermo amministrativo: tutto ciò che equitalia può, e non può fare, sottolineando le tutele del cittadino. Nell'articolo che segue, vi forniremo una breve guida riguardante tutto ciò che concerne la ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca