Se un debitore della PA è anche creditore

Vorrei sapere se anche alla luce della circolare avente ad oggetto le modalità di attuazione dell'articolo 48-bis del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, nunero 602, recante disposizioni in materia di pagamenti da parte delle pubbliche amministrazioni (di somma superiore a 10 milaeuro, dovendo uno dei miei genitori riscuotere il pagamento di una somma superiore ai 10 mila euro da parte di un ente pubblico (a seguito della vittoria contro l'ente pubblico di una causa), se questa somma può essere aggredita da parte di Equitalia, considerando che quella somma è stata ceduta a me tramite cessione del credito contenuta in un atto di separazione intercorso tra i miei genitori.

In pratica vorrei sapere se l'atto di separazione contenente la cessione del credito possa valere come notifica al debitore ceduto.

Non credo che l'atto di separazione possa surrogare un esplicita comunicazione di cessione del credito.

E' tuttavia certo che l'atto di cessione del credito potrà essere opposto all'Amministrazione finanziaria con discrete possibilità di successo nel caso (che ritengo remoto) in cui si procedesse per compensazione nei confronti dei suoi genitori.

29 febbraio 2012 · Patrizio Oliva

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Se il garante escusso a prima richiesta paga al creditore garantito una somma in eccesso rispetto a quanto dovuto dal debitore principale, può il debitore chiedere al creditore la restituzione della differenza?
La risposta alla domanda è negativa: infatti, il debitore di un rapporto obbligatorio il cui adempimento sia stato garantito da una garanzia a prima richiesta, ha diritto a ripetere dal garantito quanto percepito in eccedenza mediante l'intera escussione della garanzia, rispetto all'importo del suo effettivo credito, soltanto se sia stato ...
Separazione dei beni - è opponibile al creditore solo se annotata sull'atto di matrimonio
Non è opponibile al creditore che agisce in esecuzione la separazione dei beni tra i coniugi se manca l'annotazione a margine dell'atto di matrimonio. In tal senso si è pronunciata la Corte di Cassazione con la sentenza numero 11319/2011. Secondo la Cassazione, qualora risulti che al momento del pignoramento del ...
Accoglibile l'azione revocatoria della vendita della casa del debitore al proprio coniuge
La prova della partecipazione alla frode del terzo, necessaria ai fini dell'accoglimento dell'azione revocatoria ordinaria nel caso in cui l'atto dispositivo sia oneroso e successivo al sorgere del credito, può essere ricavata anche da presunzioni semplici, ivi compresa la sussistenza di un vincolo parentale tra il debitore ed il terzo, ...
Agevolazioni prima casa - Il mancato trasferimento della residenza entro 18 mesi in seguito a separazione consensuale non è causa di forza maggiore
I benefici fiscali per l'acquisto della prima casa spettano alla sola condizione che, entro il termine di decadenza di diciotto mesi dall'atto, il contribuente stabilisca, entro il Comune dov'è situato l'immobile, la propria residenza. Se il contribuente non vi trasferisce la residenza nel termine appena indicato, non può essere riconosciuta ...
Adesso l'ufficiale giudiziario ha diritto ad un compenso commisurato al recuperato - In pratica lavora per il creditore ed è controparte del debitore
Quando si procede alle operazioni di pignoramento presso terzi o di pignoramento mobiliare, gli ufficiali giudiziari sono retribuiti mediante un ulteriore compenso, che rientra tra le spese di esecuzione ed è dimezzato nel caso in cui le operazioni non vengano effettuate entro quindici giorni dalla richiesta, stabilito dal giudice dell'esecuzione: ...

Briciole di pane

Altre info



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca