Come disgregare burocraticamente una famiglia di fatto

Domanda di Carlo e Lillo
29 settembre 2016 at 14:23

Mi riferisco a questa discussione: quindi se io sposto momentaneamente la mia residenza anagrafica fino a verifica del "vigile", poi richiedo nuovamente la residenza attuale senza la costituzione di un unico nucleo famigliare supero l'ostacolo?

Risposta di Annapaola Ferri
29 settembre 2016 at 14:35

Nel momento in cui lei ritornasse a vivere dove abitava in precedenza e volesse ottenervi nuovamente la residenza, basterà presentare all'ufficiale d'anagrafe la dichiarazione sottoscritta dalla persona che già risiede presso l'unità immobiliare in questione, con la quale egli autorizza la costituzione di una nuova famiglia anagrafica convivente.

Naturalmente non dovrà essere, invece, dichiarata l'esistenza di vincoli affettivi fra i due nuovi conviventi.

Una volta costituite due famiglie anagrafiche distinte, anche se conviventi, i nuclei familiari ai fini ISEE che ne deriveranno, saranno due, fra loro distinti.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del forum iscriviti al feed RSS delle discussioni del forum

Altre discussioni simili - cliccare sul link dell'argomento di interesse

Approfondimenti e integrazioni

Canone RAI in bolletta elettrica e famiglia di fatto
Assegno per il nucleo familiare – sussiste anche per la famiglia di fatto
Assegno di mantenimento o divorzile - Cessa il diritto se il beneficiario forma una nuova famiglia di fatto
Mobbing » Il danno alla salute del dipendente non comporta necessariamente anche il riconoscimento del danno alla professionalità
Agevolazioni prima casa - Le condizioni di salute dell'acquirente possono non costituire causa di forza maggiore per il mancato trasferimento della residenza

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca