Come disgregare burocraticamente una famiglia di fatto

Mi riferisco a questa discussione: quindi se io sposto momentaneamente la mia residenza anagrafica fino a verifica del “vigile”, poi richiedo nuovamente la residenza attuale senza la costituzione di un unico nucleo famigliare supero l’ostacolo?

Nel momento in cui lei ritornasse a vivere dove abitava in precedenza e volesse ottenervi nuovamente la residenza, basterà presentare all’ufficiale d’anagrafe la dichiarazione sottoscritta dalla persona che già risiede presso l’unità immobiliare in questione, con la quale egli autorizza la costituzione di una nuova famiglia anagrafica convivente.

Naturalmente non dovrà essere, invece, dichiarata l’esistenza di vincoli affettivi fra i due nuovi conviventi.

Una volta costituite due famiglie anagrafiche distinte, anche se conviventi, i nuclei familiari ai fini ISEE che ne deriveranno, saranno due, fra loro distinti.

29 Settembre 2016 · Annapaola Ferri

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Famiglia anagrafica e nucleo familiare per una coppia di coniugi non conviventi
Io e la mia compagna stiamo effettuando le pratiche per il matrimonio in Comune rito civile: attualmente abbiamo le residenze diverse, io da solo e la mia compagna non ha mai cambiato la residenza dalla nascita, e quindi risulta ancora con i suoi genitori. L'articolo 144 del codice civile prevede che i coniugi concordino tra di loro l'indirizzo della vita familiare e fissano la residenza della famiglia secondo le esigenze di entrambi. Per motivi personali la mia compagna non può cambiare residenza, e quindi risulta domiciliata presso la mia residenza. Se per esigenze lavorative di entrambi noi futuri coniugi l'indirizzo ...

ISEE nucleo familiare di due estranei legati da vincoli affettivi - Convivenza di fatto
Io e il mio fidanzato conviviamo in un appartamento intestato a mia madre, io sono residente nell'appartamento, mentre il mio fidanzato è ancora residente a casa sua, insieme a suo fratello. Vorrebbe prendere anche lui residenza nell'appartamento dove viviamo e costituire un unico nucleo familiare, legato da vincoli affettivi. Questo cosa comporta? Vorrei avere info su tutti i possibili risvolti economici, per valutare la convenienza proprio in termini di "soldoni". Il nostro ISEE diventerebbe più elevato? Pagheremmo di più di bollette, spazzatura e utenze varie? Lui lavora come dipendente e io come libera professionista. Chiedo perché so che è una ...

Creazione di una coppia di fatto e dichiarazioni anagrafiche da rendere
io single, mai sposato, senza figli, proprietario di casa e residente, decido di ospitare un'amica extracomunitaria mai sposata, con una figlia piccola che porta il suo cognome, riconosciuta dal padre che non vive e non ha mai vissuto con loro (e non si sa neanche se esista ancora), entrambe con regolare permesso di soggiorno (per lavoro). Visto il protrarsi dell'ospitalità e la necessità della bambina di frequentare la scuola (del nostro comune) decidiamo di iscrivere la loro residenza nella mia abitazione e rendiamo dichiarazione anagrafica costituendo un nuovo nucleo familiare nella stessa residenza ma distinto dal mio e così loro ...

Dove mi trovo?