Cattivo debitore a mia insaputa

Sul finire del mese di giugno, ho provato di abbonarmi a un'offerta per il collegamento a internet tramite Fastweb, ma la richiesta mi fu respinta perché per loro sono un “cattivo pagatore”.

Il fatto è che questo, a me non risulta. Non ho acquistato assolutamente nulla a rate, tutte le mie bollette (gas, luce, canone RAI, smaltimento rifiuti, etc., risultano pagate), e non ho assolutamente ricevuto nessun abisso di pagamento da nessuno.

Addirittura, nel mese di aprile mi fu concesso un prestito personale tramite EBITEMP e la Banca Monte dei Paschi di Siena, senza nessun problema.

Inoltre, questa settimana ho sottoscritto un abbonamento internet tramite il fornitore telefonico “3”, senza inconvenienti.

Allora, come mai risulto “cattivo pagatore” nel data base di Fastweb? E se questo e veritiero, come faccio io a sapere chi e per che si trattiene che io sia un suo debitore?

Non vorrei, l'indomani avere bisogno di accedere a un credito e ritrovarmi in questa condizione.

In concreto, come faccio io a sapere se veramente risulto “cattivo pagatore” in qualcun database e perché?

Al momento, non esistono Centrali Rischi ufficiali per cattivi pagatori o cattivi debitori relative ad utenze telefoniche.

E, quindi, non esistono nemmeno procedure per chiedere ed ottenere l'indicazione del database dei cattivi debitori in cui è stata rilevata la segnalazione.

Di solito, le società telefoniche fanno riferimento ad archivi interni, per cui non è da escludere un caso di omonimia, anche conoscendo la scarsa attenzione con cui lavorano gli addetti al settore (pagati male e sottoposti a ritmi di lavoro frenetici).

Oppure si tratta di politiche aziendali in base alle quali viene negata la fornitura di servizi in base a non meglio identificati criteri di selezione.

In conclusione, è quasi nulla la possibilità che la sua classificazione di cattivo pagatore o cattivo debitore derivi dalla consultazione di Centrali Rischi riservate a prestiti e/o finanziamenti.

8 luglio 2014 · Ornella De Bellis

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

cattivi pagatori - iscrizione in centrale rischi

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Cattivi pagatori – cosa sono i cattivi pagatori e gli eventi per i quali si diventa cattivo pagatore
Mi interesserebbe capire cosa si intende per cattivo pagatore e quali sono gli eventi al verificarsi dei  quali un semplice debitore diventa cattivo pagatore. Grazie per il chiarimento. Flavio Berardinelli, Brescia ...
La finanziaria creditrice è obbligata, su istanza del debitore, ad informarlo entro 15 giorni circa eventuali segnalazioni inoltrate alle Centrali Rischi
Per quanto attiene l'obbligo di  informativa della finanziaria che eroga il credito, è intervenuta una interessante sentenza della Corte di Cassazione (la numero 349 del  9 gennaio 2013). I giudici, chiamati a decidere sul caso di un soggetto che si era visto rifiutare il riscontro circa l'esistenza di eventuali segnalazioni di ...
Cattivi pagatori – come un debitore diventa un cattivo pagatore
Con il termine cattivo pagatore si indica: il debitore moroso, vale a dire il debitore non puntuale nel corrispondere l'importo delle rate di un finanziamento secondo le scadenze previste; il debitore incagliato ossia il debitore che, trovandosi in difficoltà momentanee, è costretto a sospendere i pagamenti per un limitato periodo di tempo, manifestando la volontà, (ed essendo giudicato in grado) di soddisfare comunque il creditore; il debitore inadempiente, il cui comportamento si sostanzia in pratiche dilatorie finalizzate unicamente a differire nel tempo l'attivazione delle procedure giudiziali per il recupero coattivo del credito; il debitore insolvente cioè un debitore che si trova nell'incapacità conclamata di assolvere alla obbligazione assunta. ...
Separazione » Ex marito cattivo pagatore? Assegno dal datore di lavoro
In caso di separazione e di ex coniuge cattivo pagatore l'assegno di mantenimento lo versa il datore di lavoro » Sentenza Cassazione In caso di separazione, se l'ex coniuge, è un "famoso" cattivo pagatore, il giudice può disporre il pagamento diretto dal datore di lavoro. Questo principio è stato sancito ...
Segnalazione in CRIF del cattivo pagatore - legittima solo se al debitore è stato notificato il dovuto preavviso
Per la segnalazione in CRIF di una posizione debitoria è necessaria la notifica di un preavviso di iscrizione al debitore. La banca, la finanziaria o l'intermediario che abbiano erogato il prestito non rimborsato ed abbiano inoltrato a Crif le relative segnalazioni di ritardo o inadempienza, senza fornire al debitore il ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca