Casa all'asta - procedura

Due mesi fa la banca dove mia madre ha il mutuo e alla quale ha fatto domanda di sospensione per difficoltà economiche, le comunica non solo che la domanda è stata rifiutata ma che ha nelle sue mani copia (preciso fotocopia) della messa all'asta della casa nel mese di marzo. A mia madre viene subito bloccato il conto con le poche disponibilità. Da quella data però mia madre non ha mia ricevuto niente dal tribunale che le confermasse la messa all'asta. La questione è questa. Il tribunale deve inviare anche una comunicazione al proprietario della casa messa all'asta? quale è la procedura? grazie e buona serata.

La banca deve innanzitutto inviare al mutuatario moroso la comunicazione di decadenza del beneficio del termine (DBT), in cui richiede il capitale residuo in unica soluzione.

In caso di mancato adempimento, viene avviata la procedura di pignoramento dell'immobile e il creditore deve citare in tribunale il debitore inadempiente perché questi possa avvalersi della possibilità di convertire il pignoramento.

Ora le questioni sono due. O c'è stato un malinteso fra il funzionario di banca e sua madre oppure le comunicazioni a cui si accennava appena sopra sono state notificate per compiuta giacenza (per irreperibilità temporanea del destinatario).

13 dicembre 2013 · Annapaola Ferri

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

mutuo casa

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Dopo il pignoramento – evitare asta della casa
La proprietà dell'immobile si perde dopo la sentenza di esproprio, che è successiva all'aggiudicazione dell'asta (che non necessariamente sarà al primo incanto). Fino a quel momento la casa è ancora del debitore che può benissimo venderla, fatti salvi gli effetti dei vincoli gravanti. Si sono inserite nel mercato, partendo da ...
Asta giudiziaria » Come acquistare un immobile con questa procedura
Ormai è noto a tutti: acquistare un immobile, di questi tempi è sempre più complicato. C’è però un modo, poco considerato, per acquistare un immobile a un prezzo più abbordabile: partecipare a un'asta giudiziaria. Vediamo come fare nel prosieguo dell'articolo. L'asta giudiziaria, nel nostro paese, non è stata mai molto ...
Diritto di abitazione » Alla morte del padre la madre comproprietaria può far cacciare di casa il figlio che non contribuisce alle spese
Diritto di abitazione: morto il padre, la madre comproprietaria può far cacciare di casa la figlia che non contribuisce alle spese. In questi casi scatta, infatti, l'ordine di rilascio dell'immobile: se è intollerabile la convivenza, il diritto del coniuge superstite prevale sul compossesso della figlia che ha già redditi propri. ...
Fallimento del costruttore e casa venduta all'asta » Diritto di prelazione esteso al coniuge dell'acquirente
Immobile di famiglia in vendita all'asta: il piano casa supera la limitazione della legge del 2005 stabilendo la prelazione anche del coniuge. Acquisto di un immobile su carta: firma del contratto preliminare e anticipo delle somme al costruttore. Qualora l'alloggio, per il quale quindi non è stato ancora sottoscritto il ...
Mantenimento » Figlia vive sola? Madre perde assegno e casa familiare
In tema di separazione, nel caso il figlio affidato andasse a vivere da solo, la madre affidataria perderebbe l'ex casa familiare e il mantenimento della ragazza corrisposto dall'ex coniuge obbligato. Questo importante principio è stato stabilito dalla Corte di Cassazione la quale, con la pronuncia 24510/2013, ha stabilito che: L'avvenuta ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca