Cartelle esattoriali ancora presenti in estratto conto di Agenzia delle Entrate Riscossione dopo chiusura fallimento

Fallimento aperto nel 1996 e chiuso nel 2007: sul sito dell’Agenzia delle Entrare Riscossione, sono ancora presenti delle cartelle esattoriale di Equitalia con dicitura “procedura in corso fallimento”. Come procedere per farle eliminare?

Il fallito, persona fisica, è ammesso al beneficio della liberazione dai debiti residui nei confronti dei creditori insinuati e non soddisfatti a condizione che abbia cooperato con gli organi della procedura, fornendo tutte le informazioni e la documentazione utile all’accertamento del passivo e adoperandosi per il proficuo svolgimento delle operazioni.

L’eventuale liberazione dai debiti riguarda solo quelli acquisiti nei confronti dei creditori che hanno optato per l’insinuazione al passivo nella procedura di fallimento e che non risultano essere stati soddisfatti integralmente.

Restano esclusi dall’esdebitazione gli obblighi di mantenimento e quelli alimentari, le obbligazioni derivanti da rapporti estranei all’esercizio dell’impresa, il debito IVA, i debiti per il risarcimento dei danni da fatto illecito nonché le sanzioni penali ed amministrative di carattere pecuniario che non siano accessorie a debiti estinti.

Se ADER si è insinuata nel fallimento e se lei ha già ottenuto il beneficio dell’esdebitazione, può trasmettere la documentazione ad ADER chiedendo la cancellazione dei debiti presenti in estratto conto.

Se ritiene che i crediti siano prescritti, potrà agire giudizialmente.

3 Marzo 2019 · Ludmilla Karadzic

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Fallimento ed ottenuta esdebitazione - Può l'Agenzia delle entrate chiedermi ancora l'IVA?
In seguito alla chiusura del fallimento ho ottenuto dal tribunale l'esdebitazione: l'agenzia delle entrate, però, mi richiede delle somme riguardanti IVA (cifre ovviamente inerenti all'attività per la quale ho chiesto il fallimento) notificate al curatore l'anno della dichiarazione del fallimento (ma dopo la data di apertura). Per questo motivo sarebbero escluse dall'esdebitazione? Inoltre, per registrare il decreto di esdebitazione presso l'agenzia delle entrate mi viene richiesto di pagare l'1% sull'ammontare dei debiti residui rimasti impagati dopo la chiusura del fallimento, a qualcuno risulta? Sapete dirmi qualcosa? Da notare che ero titolare di una ditta individuale. ...

Decreto Rilancio - Fino a quando sono sospesi i pagamenti delle cartelle esattoriali di Agenzia delle Entrate-Riscossione?
Vorrei sapere, nel contesto dell'emergenza Coronavirus Covid-19, se e per quanto tempo è sospesa la riscossione e l'invio delle cartelle esattoriali da parte di Agenzia delle Entrate-Riscossione. Avete informazioni a riguardo? ...

NASpI anticipata bloccata da Agenzia delle Entrate Riscossione per cartelle esattoriali non pagate dal beneficiario - Come posso risolvere?
Io fatto richiesta dell'anticipo naspi, oggi mi hanno chiamato e mi hanno detto che il pagamento è bloccato perché ho delle cartelle delle Equitalia da risolvere. dall'INPS devo avere 16000 euro e ad Agenzia delle Entrate Riscossione (ADER - ex Equitalia) dovrei dare intorno ai 9000 euro ma la mia domanda ora come mi devo comportare? Quale la strategia più opportuna? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Cartelle esattoriali ancora presenti in estratto conto di Agenzia delle Entrate Riscossione dopo chiusura fallimento