Cartelle esattoriali per debiti contributivi INPS annullate e rottamazione ter per quelle non annullate

Approfittando della riapertura dei termini vorrei usufruire del saldo e stralcio, ho perciò chiesto il prospetto della mia situazione all’ADER. In esso non ci sono più delle cartelle relative al 2009 e 2010 per contributi INPS il cui valore iniziale era inferiore a 1000 euro. So che l’INPS inizialmente aveva fatto muro allo stralcio di queste cartelle dicendo che andassero conteggiate anche le sanzioni, a differenza di quanto detto dal ministero, e che quindi tali cartelle erano in una sorta di limbo. Adesso girando in rete ho trovato un paio di portali che dicono che l’INPS ha accettato di considerare solo i carichi iniziali e quindi di stralciare le cartelle. Me lo confermate? è per questo che non le trovo nel prospetto del saldo e stralcio?

Io non sono in possesso delle credenziali per controllare sul sito, un professionista abilitato può farlo per me? Grazie

L’articolo 4, comma 1, del decreto legge 119/2018 dispone che i debiti di importo residuo, alla data della sua entrata in vigore (24 ottobre 2018), fino a mille euro, comprensivo di capitale, interessi per ritardata iscrizione a ruolo e sanzioni, risultanti dai singoli carichi affidati agli agenti della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2010 sono automaticamente annullati.

Le cartelle esattoriali affidate agli agenti della riscossione dal 2000 al 2010, che, comprensive di capitale, interessi per ritardata iscrizione a ruolo e sanzioni superavano i mille euro alla data del 24 ottobre 2018, possono essere oggetto di definizione agevolata (rottamazione ter ) in base all’articolo 3 del decreto legge 119/2018 e al decreto legge 34/2019, che ha riaperto i termini per fruire della rottamazione fino al 31 luglio 2019.

La norma prevede la possibilità di estinguere i debiti iscritti a ruolo contenuti nelle cartelle di pagamento, versando le somme dovute senza corrispondere le sanzioni e gli interessi di mora. Per le multe stradali non si pagano gli interessi di mora e le maggiorazioni previste dalla legge. Sono da aggiungere a quanto dovuto le somme maturate a favore dell’Agente della riscossione a titolo di aggio, spese per procedure esecutive e diritti di notifica.

Infine, va sempre ricordato che con la definizione agevolata sono comunque dovuti gli interessi legali (diversi dagli interessi moratori) sul debito iscritto a ruolo, maturati nel periodo di tempo intercorrente fra la data ultima in cui il tributo doveva essere pagato e quello in cui viene saldato il conto in sospeso.

15 Luglio 2019 · Patrizio Oliva

Faccio seguito alla risposta alla mia precedente domanda. In una delle cartelle a cui faccio riferimento le voci sono: carico affidato, debito residuo scaduto (uguali tra loro), interessi di mora, compensi di riscossione e somme aggiuntive omesso pagamento. Gli interessi di mora sono lo stesso degli interessi per ritardata iscrizione a ruolo? chiedo da totale ignorante in materia. Perché se non lo sono, allora chiedo, gli interessi di mora vanno computati o meno? perché togliendoli e lasciando tutte le altre voci il totale scende comunque sotto i 1000 euro. E tutte queste cartelle non mi risultano neanche nel prospetto della rottamazione ter che ho chiesto contemporaneamente a quello per lo stralcio.

Le cartelle esattoriali emesse per il mancato o ritardato pagamento (all’INPS) dei contributi previdenziali ed assistenziali sono gravate dalle cosiddette sanzioni civili che hanno la funzione di rafforzamento dell’obbligo contributivo e di risarcimento del danno subito dall’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale per il mancato tempestivo pagamento di contributi. Le sanzioni civili, indicate anche come interessi per ritardata iscrizione a ruolo, in soldoni e per quello che qui interessa, non possono essere ricondotte ad interessi di mora.

15 Luglio 2019 · Carla Benvenuto

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Nello stralcio dei debiti esattoriali fino a mille euro, sono comprese anche le cartelle esattoriali per i contributi inps e inail non versati?
Ho diverse cartelle tutte riconducibili nel periodo 2000 2010 all'interno di queste, tutti i singoli ruoli sono inferiori a mille euro. Dopo il 31 12 2018 nell'arco di 2 o 3 giorni tutti questi ruoli tranne quelli inps e inail nel sito dell'agenzia riscossione sono scomparsi sia da (controlla situazione - estratto conto - da Saldare), sia nel prospetto informativo della definizione agevolata, e sono comparsi invece (controlla situazione - estratto conto - Saldati). Quindi pensavo che i ruoli anche se inferiori a 1000 euro riguardanti inps e inail non fossero compresi nello stralcio perchè apparivano ancora sia nelle cartelle ...

Saldo stralcio e rottamazione ter dei carichi debitori esattoriali
Ho cartelle contributi inps, inail, camera commercio: devo richiedere separatamente saldo e stralcio e rottamazione ter, o fare solo saldo e stralcio per tutte le cartelle? ...

Confusione totale sulla definizione agevolata a saldo stralcio, sulla rottamazione ter e sullo stralcio dei debiti fino a mille euro
Ho diverse cartelle presso l'agenzia riscossione per debiti dal 2010 al 2017: si va da multe a bollo auto, ma anche a contributi INPS non versati durante il periodo d'autonomo. Ho visto che ci sono due rottamazioni. Ho fatto il prospetto tramite il sito ma non capisco se nel “ saldo e stralcio” ci finiscono per esempio i contributi INPS e non le multe, loro mi hanno messo nel prospetto della “ rottamazione “ anche i contributi Inps e cartelle sotto i mille euro che ho letto andrebbero in cancellazione automatica. Ora mi chiedevo come funziona? Dovrei chiedere due differenti ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Cartelle esattoriali per debiti contributivi INPS annullate e rottamazione ter per quelle non annullate