Cartelle esattoriali: pace fiscale per debiti sotto 200 mila euro - E' vero?

Con il nuovo governo, ho sentito parlare della possibilità di azzerare la riscossione per chi ha cartelle esattoriali con debiti sotto i 200 mila euro: si tratterebbe della cosiddetta pace fiscale.

E' vero che c'è questa eventualità?

Andrà in porto questo emendamento?

In effetti, il nuovo Ministro dell'Interno, Matteo Salvini, ha parlato dell'eventualità di istituire una sorta di pace fiscale per le cartelle iscritte a ruolo per debiti sotto i 200 mila euro.

La proposta di Salvini è chiara.

Il condono usa e getta non va bene, meglio una pace fiscale.

Questo perché milioni di italiani sono ostaggio dell'Agenzia delle Entrate-Riscossione (Ader) e non pagheranno mai quelle cartelle.

Quindi, la svolta sarebbe chiedere a chi ha cartelle sotto i 200 mila euro il 15 per cento di quello che riescono a pagare: una percentuale minima.

In Italia, infatti, il volume delle cartelle maturato presso ADER oggi vale 1.054 miliardi di euro.

Una parte di questi soldi non sono riscuotibili perché la persona è defunta, oppure la sua attività è fallita, una parte perché il soggetto è nullatenente e non ha beni mobili o immobili intestati.

C'è poi un gran numero di cittadini che potrebbero pagare, ma che magari hanno chiuso la propria attività.

Il volume di soldi esigibili ammonta a circa 600 miliardi di euro.

Se a queste persone si chiede, a seconda delle condizioni in cui si trovano, di pagare una percentuale del 6,10 o 25 per cento di quanto devono a ADER, è possibile intascare una buona parte dell'ammontare che, altrimenti, resterebbe inesigibile.

La proposta, in effetti, è inserita nel programma elettorale della Lega: non è altro che il disegno di legge 31/70 sulla Flat tax.

Naturalmente non si parla di singole cartelle, ma di debiti sotto ai 200 mila euro.

Una misura che va anche nella direzione di poter dare una possibilità di ripartire a chi pensava di non potercela fare più a causa della crisi e della concorrenza sempre crescente.

Che dire, speriamo bene.

1 giugno 2018 · Patrizio Oliva

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

condono sanatoria rottamazione definizione agevolata delle cartelle esattoriali

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Le nuove competenze del Giudice di Pace
A seguito dell'approvazione definitiva da parte della Camera del disegno di legge recante delega al Governo per la riforma organica della magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace, ecco una sintesi delle principali novità. Sul fronte civile, al giudice di pace saranno attribuite le cause condominiali, i procedimenti ...
Sinistri e danni causati da strade dissestate » Nella causa per risarcimento è competente il tribunale e non il giudice di pace per importi superiori a 5 mila euro
A chi rivolgersi se si vuole intentare una causa di risarcimento per danni derivanti da sinistri causati da macchie d'olio presenti sull'asfalto, strade dissestate o ostacoli presenti sulla carreggiata? La causa contro il Comune o la società autostradale promossa dall'autista di un veicolo, il quale circola su una strada pubblica, ...
Iscrizione di ipoteca esattoriale – istanza di cancellazione delle ipoteche per debiti inferiori ad 8 mila euro
Dal 22 febbraio 2010 blocco delle iscrizioni ipotecarie sotto gli 8 mila euro: e per chi si trova nella situazione di avere un'ipoteca per debiti inferiori agli 8 mila euro, Equitalia ha messo a disposizione la modulistica con cui presentare l'istanza di cancellazione «che sarà effettuata», spiega Marco Cuccagna, direttore ...
Ipoteca esattoriale per debiti inferiori ad 8 mila euro - illegittima anche se iscritta prima del 26/5/10
Con sentenza del 10 aprile 2012, numero 5771 la Cassazione a Sezioni Unite ha annullato l'iscrizione di ipoteca esattoriale dell'Agente della Riscossione in quanto relativa ad un debito inferiore ad 8 mila euro. E questo anche se si trattava di ipoteca iscritta prima del  26 maggio 2010, data di 'entrata ...
Iscrizione di ipoteca esattoriale – la Cassazione conferma il divieto per debiti inferiori ad 8 mila euro
Il 22 febbraio 2010 la Corte di Cassazione a Sezioni Unite, con sentenza numero 4077 del 2010 ha dichiarato illegittime le ipoteche iscritte sugli immobili da Equitalia per i debiti di importo inferiore agli 8000 euro. La Suprema Corte ha così sancito il principio secondo cui l'iscrizione di ipoteca immobiliare ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca