Cartelle esattoriali. – Limiti di termpo per la loro impugnazione.

Mi scuso, innanzitutto, se ritorno al quesito posto ieri riguardo i limiti di tempo d’impugnazione delle cartelle esattoriali, ma ho necessità di comprendere a quale casistica, tra quelle elencate nella tabella riportata nella vostra risposta, devono essere eventualmente ricondotti i seguenti due casi di specie:

1) pur nella consapevolezza che le sanzioni amministrative non si trasmettono agli eredi, qualora l’Ente riscossore dovesse, tuttavia, rinotificare agli stessi eredi una cartella del de cuius riferita, ad esempio, ad una multa per violazione del C.d.S., quali sarebbero, in merito, i termini per ricorrere e presso quale giudice andrebbe presentato il ricorso?

2) Nel caso in cui agli eredi fossero, invece, rinotificate delle cartelle esattoriali del defunto riferite a tributi locali (Tari, Tarsu, ecc.) oppure ad esempio a bolli auto, già precedentemente notificati in atti al de cuius quando era ancora in vita, seppur ben oltre cinque anni prima della sua morte e quindi verosimilmente prescritti, in tale fattispecie quali sarebbero i termini per fare ricorso e a quale giudice andrebbe opposto?

L’articolo 7 della legge numero 689/1981 vieta espressamente la trasmissibilità di ogni sanzione amministrativa agli eredi: per lo sgravio di sanzioni amministrative comminate al de cuius basterà pertanto presentare istanza di sgravio ad Equitalia.

L’eventuale prescrizione di cartelle esattoriali originate dall’omesso o insufficiente versamento di bollo auto e tributi locali, intestate al defunto e rinotificate agli eredi, va eccepita innanzi alla Commissione Tributaria Provinciale (CTP) entro 60 giorni dalla data di notifica.

16 Giugno 2016 · Paolo Rastelli

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Rinotifica cartelle agli eredi del defunto - Limiti di tempo per impugnazione
In caso di rinotifica agli eredi di cartelle esattoriali riferite al defunto, desidero chiedervi se il limite di tempo per l'impugnazione delle stesse per vizi propri (esempio sanzioni amministrative non trasmissibili agli eredi, decadenza o prescrizione del tributo, eccetera) è sempre pari a 60 giorni dalla stessa notifica o, invece, può variare in funzione della tipologia del tributo/sanzione che Equitalia richiede in pagamento? ...

Cartelle esattoriali notificate agli eredi collettivamente e impersonalmente
In caso di rinotifica agli eredi di cartelle esattoriali riferite al de cuius, effettuata collettivamente e impersonalmente presso l'ultimo domicilio del defunto medesimo, su quale estratto conto "Equitalia" dei soggetti interessati (eredi e defunto) verrà riportata/evidenziata detta rinotifica? Ciò, ovviamente, nell'ipotesi di assenza di comunicazioni all'ADE in merito al domicilio fiscale eletto degli eredi. ...

Debiti nell'asse ereditario - Attivo da spartire in caso di cartelle esattoriali intestate al defunto e di là da venire
Nel calcolare le quote di legittima vanno detratti all'attivo ereditario solo i debiti che il de cuius aveva al momento della morte? Non si tiene conto di quelli che arriveranno con delle cartelle esattoriali o quelli vinti tramite ricorso? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Cartelle esattoriali. – Limiti di termpo per la loro impugnazione.